Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso.ContinuarePolitica dei cookies

 

Le protesi acustiche osteointegrate come rimedio per la sordità

Redacción TopDoctors

alle ore 18:05h

Con la collaborazione del Dott. Emilio García-Ibáñez Ferrándiz di Barcelona.

Nel 1990 ho presentato i risultati dei primi impianti cocleari effettuati in Spagna, dal 1985 un percorso di speranza per i bambini nati sordi totali o sordi potrebbe ripristinare l'udito aperto. Oggi questa tecnologia permette il recupero audizione di migliaia di pazienti con difficoltà uditive profonde anche sordità totale.

Le cuffie attuali consentono anche minutarizados aiutare migliaia di persone in tutto il mondo in alcuni tipi di sordità. Il corretto adattamento e la selezione è molto importante per un esito positivo. Quando apparecchi acustici convenzionali o interventi chirurgici sono inefficaci, impianti osteointegrati sono stati utili per certi tipi di persone quando il loro recupero dell'udito. Lo sviluppo più recente in questo tipo di apparecchio acustico sono completamente impianti osteointegrati nascosti sotto la pelle che richiedono solo l'adattamento per induzione magnetica di un piccolo elemento esterno quando il paziente vuole utilizzare. Ciò consente ai pazienti di sentire un orecchio totalmente sordo causato da infezioni, traumi, malformazioni, o è stato rimosso dai tumori del nervo uditivo cui unica possibilità di sentire è attraverso questi impianti.

Ear Microchirurgia

Tuttavia, microchirurgia dell'orecchio e l'uso dei laser rimane la soluzione migliore per taluni tipi di sordità come cause otosclerosi fissa un ossicino uditivo, staffa, e deve essere sostituita da una protesi per ripristinare la sua mobilità e quindi l'udito.

L'otite o cronica otorrea causare ulteriori infezioni dell'orecchio distruzione che mettono in pericolo altre strutture vicine. Chirurgia può controllare la maggior parte di queste infezioni e di ottenere la correzione di infezione, in molti casi, la ripresa dell'udienza.

La vertigine otologica chiamata malattia di Meniere, è una condizione abbastanza comune causata da lesioni al labirinto dell'orecchio interno, che causa episodi vertiginosi violenti, tinnito e perdita progressiva dell'udito. Nei pazienti che non rispondono al trattamento medico è sempre possibile controllare l'opzione chirurgica che dà ottimi risultati.

Un altro tipo di sordità causata da una condizione esiste, neuroma acustico (schwannoma vestibolare) è potenzialmente molto gravi per la progressione intracranica da un tumore benigno, ma può essere pericoloso per le caratteristiche del paziente. La sua rimozione è attualmente eseguita da microchirurgia, laser e ultrasuoni, sebbene in molti casi la produzione totale sordità dover recidere il nervo uditivo.

Al momento è possibile ripristinare l'udito di questi pazienti con impianti osteointegrati di ultima generazione che permettono di catturare l'audizione del lato affetto e trasmetterlo per l'orecchio sano dando l'impressione che il paziente sente l'orecchio sordo.

In generale, possiamo dire che la microchirurgia corrente a volte associata a ciascun elettronica ultima volta permette ripristinare l'udito nei pazienti che in altri momenti sarebbe sfrattati.

* Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Articolo redatto con la collaborazione del Dott. Emilio García-Ibáñez Ferrándiz di Barcelona, specialista in Otorinolaringoiatria.

Articoli collegati

PRENOTA ON-LINE

Possibilità di finanziamento