Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso.ContinuarePolitica dei cookies

 

Nuovo millennio...nuove dipendenze

Redacción TopDoctors

alle ore 17:33h

Con la collaborazione del Dott. Maria Empar Pérez Pérez di Barcelona.

Oggi stanno nascendo nuove dipendenze che non sono tossiche, che colpiscono sopratutto i più giovani. Per combatterle a volte sono necessarie cure specifiche come spiega il nostro esperto in psicologia

Cos’è una dipendenza?

Si ritiene che una persona soffra di dipendenza quando una persona vuole in modo eccessivo qualcosa di cui non può fare a meno, per un lungo periodo.

Quali sono i tipi di dipendenza?

Ogni caso è diverso, è quindi difficile dare una definizione generale del termine. Attualmente esistono diversi tipi di dipendenze, anche se alcuni sono più comuni di altre. Tra le dipendenze non-tossiche possiamo trovare sempre più numerose dipendenze come la tanorexia (dipendenza dal prendere il sole), l’ortopessia (dipendenza del mangiare sano), e la virgoressia (dipendenza da attività fisica). Le più comuni sono anche dal gioco d’azzardo, dipendenza dallo shopping. Inoltre, oggi le nuove dipendenze sono legate alle nuove tecnologie, come la dipendenza dai cellulari o internet.

Queste dipendenze tecnologiche sono notevolmente cresciute insieme alla loro gravità che colpiscono maggiormente i più giovani.

Quali sono i sintomi della dipendenza dai telefono cellulari?

La dipendenza dai cellulari è un problema che crea sintomi come un aumento dell’uso dei telefoni e un cambio di comportamento, come il non separarsi mai dal proprio telefono, senza poterne mai fare a meno. Un altro tipico sintomo è l'alterazione del sonno, il nervosismo e l’aumento di stress. Inoltre, diminuiscono le attività sociali e personali. 

Quali sono i trattamenti?

Per combattere questo tipo di dipendenza di solito è necessario valutare anche se il paziente ha bisogno di cure psichiatriche. È utile anche il trattamento cognitivo-comportamentale (controllo degli stimoli, tecniche e sviluppo delle abilità, prevenzione di una ricaduta). In più, a seconda della patologia, nel caso in cui sintomi di ansia o depressione siano gravi, il paziente dovrà sottoporsi a una cura farmaceutica.

Articolo redatto con la collaborazione del Dott. Maria Empar Pérez Pérez di Barcelona, specialista in Psicologia.

Articoli collegati

PRENOTA ON-LINE

Possibilità di finanziamento