Addominoplastica o lipectomia addominale

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 13/11/2018
Editor: Top Doctors®

L’addominoplastica, chiamata anche lipectomia dell’addome, è un procedimento chirurgico la cui finalità è eliminare l’eccesso di pelle e di grasso nella parte medio-bassa dell’addome. Chiediamo agli esperti in Chirurgia Estetica informazioni riguardo a questa operazione.

 

 

A chi è raccomandata l’addominoplastica?

 

L’addominoplastica è raccomandata a quelle persone che, nonostante una dieta ed un esercizio costante, non riescono a diminuire la circonferenza dell’addome. Oppure quando, nel caso completamente opposto, dopo una drastica perdita di peso o una gravidanza, la pelle dell’addome è rimasta troppo flaccida e rilassata.

 

In questi pazienti si nota una massa eccessiva di grasso e/o pelle sull’addome, che solitamente si accumula sopra il pube e sui fianchi e straborda dalla cintura.

 

In cosa consiste l’addominoplastica?

 

Le fasi della ricostruzione dell’addome sono:

  1. Eliminazione del grasso e della pelle in eccesso;
  2.  “Plicatura” dei muscoli. Questo procedimento consiste nel tendere i muscoli dell’addome che si sono inflacciditi a causa della gravidanza o del sovrappeso.
  3. La pelle rimasta si sovrappone e si distende sopra l’addome.
  4. Si realizza un’incisione circolare sopra l’ombelico interno per crearne uno nuovo a livello della cintura.
  5. Sutura di tutte le incisioni.

 

Esistono diverse tecniche chirurgiche per praticare l’addominoplastica, in base alla gravità di ogni caso. In alcune occasioni, si fa un’incisione verticale dall’ombelico fino a dove iniziano i peli pubici. O ancora da fianco a fianco sotto la linea del bikini. Normalmente, si fa semplicemente un taglio orizzontale sul il bacino (miniaddominoplastica).

 

In ogni caso, l’operazione viene sempre fatta sotto anestesia generale, e il postoperatorio inizia con un bendaggio che il paziente dovrà portare per circa una settimana. Successivamente, il bendaggio viene sostituito da una fascia, da portarsi giorno e notte, per almeno tre settimane.

 

Che risultati si possono ottenere da un’addominoplastica?

 

Durante la prima settimana dopo l’operazione è normale sentire tensione nell’addome, come se i muscoli “tirassero”, e anche durante i primi mesi si noteranno insensibilità e gonfiore. I risultati definitivi, cioè una parete addominale più tonica e una vita più sottile, si vedono a circa un anno dall’operazione.

 

La cicatrice è molto visibile?

 

Poiché il taglio per l’operazione è stato realizzato sopra il pube, una normale mutanda o un bikini non troppo basso (nel caso degli uomini un boxer o uno slip), nasconderanno la cicatrice senza problemi. Oltre alle capacità del chirurgo, anche la capacità di cicatrizzazione del paziente è importante. Comunque, la cicatrice è discreta, può essere facilmente nascosta dai vestiti e sbiadisce col tempo.

 

In collaborazione con la Dott.ssa Nélida Grande

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Chirurgia plastica e estetica


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies