Aneurisma cerebrale: cos’è la cefalea a rombo di tuono? | Top Doctors

Aneurisma cerebrale ed emorragia subaracnoidea

Autore: Dott. Enrico Cotroneo
Pubblicato: | Aggiornato: 14/08/2018
Editor: Top Doctors®

Il Dott. Enrico Cotroneo, esperto in Radiologia a Roma, ci parla dell’aneurisma cerebrale e dell’emorragia subaracnoidea, conosciuta anche come cefalea a “rombo di tuono”

Che cos’è un aneurisma?

L’aneurisma è una malformazione dovuta ad un’alterata struttura della parete di un vaso arterioso, in particolare ad un’alterazione acquisita della tunica media della parete vasale. Può localizzarsi ovviamente in qualsiasi organo del corpo umano.

Aneurisma cerebrale

L’aneurisma cerebrale è una malformazione dei vasi arteriosi dell’encefalo. Circa il 3% della popolazione caucasica è affetta e quindi portatrice di un aneurisma cerebrale. La percentuale dei soggetti portatori di aneurisma che ha una rottura del medesimo è fortunatamente bassa. Gli aneurismi cerebrali si dividono in piccoli (da 1 mm a 10 mm), grandi (da 11 mm a 25 mm) e giganti (oltre 25 mm). L’aneurisma intatto (aneurisma non rotto) non dà segno di sé, a meno che non si tratti di un aneurisma gigante che comprima strutture intracraniche (paresi di un nervo cranico). Quando l’aneurisma si fissura (aneurisma rotto) determina l’emorragia subaracnoidea o anche l’emorragia intracerebrale. Si tratta di patologie gravi e molto spesso invalidanti, la cui prognosi è in rapporto alla quantità di sangue che invade lo spazio subaracnoideo o che si espande all’interno del tessuto encefalico.

Cause e sintomi dell’aneurisma cerebrale

I fattori di rischio di rottura dell’aneurisma sono vari ma uno dei più importanti è l’elevato valore della pressione arteriosa massima. L’emorragia subaracnoidea determina una cefalea improvvisa e violentissima (a rombo di tuono) che i pazienti descrivono come “il mal di testa più violento che abbia mai provato nella mia vita”. Si può accompagnare a nausea, vomito, disturbo dello stato di coscienza, sino al coma.

Come si diagnostica un aneurisma cerebrale?

La diagnosi di un aneurisma rotto si effettua mediante lo studio una di Tomografia Cerebrale (TC) ed una AngioTC dell’encefalo, mentre per la diagnosi di aneurisma non rotto si eseguono Risonanza Magnetica (RM) ed Angio-RM dell’encefalo.

Aneurisma cerebrale: come si cura?

Purtroppo non esistono farmaci che curino l’aneurisma cerebrale. Se si è portatori di aneurisma, occasionalmente rilevato durante studio con RM per altra patologia cerebrale come spesso accade, bisogna curare l’ipertensione arteriosa, evitare il fumo (che comporta un rischio di aumento delle dimensioni dell’aneurisma) e contattare uno specialista neuroendovascolare. La cura si effettua mediante trattamento endovascolare (embolizzazione) o mediante intervento neurochirurgico open e in entrambi i casi è previsto un trattamento con anestesia generale. Le indicazioni per le due tipologie di intervento variano in base a molteplici fattori (conformazione dell’aneurisma, localizzazione all’interno del cranio, età del soggetto, comorbidità presenti, ecc.) e devono sempre scaturire da un confronto tra i due specialisti (neuroradiologo interventista e neurochirurgo).

 

 

PUBBLICAZIONI
- Interv Neuroradiol. 2007 Jun;13(2):127-32. Epub 2007 Sep 13. Endovascular occlusion of the posterior cerebral artery in the treatment of p2 ruptured aneurysms.
Cotroneo E1, Gigli R, Guglielmi G.
- J Neurosurg. 2009 May; Endovascular treatment of 306 anterior communicating artery aneurysms: overall, perioperative results.
Guglielmi G1, Viñuela F, Duckwiler G, Jahan R, Cotroneo E, Gigli R
-Interv Neuroradiol. 2008 Sep 30;14(3):241-5. Epub 2008 Oct 8. Endovascular treatment of middle cerebral artery aneurysms. Overall perioperative results. Apropos of 113 cases. Guglielmi G1, Viñuela F, Duckwiler G, Jahan R, Cotroneo E, Gigli R.
-N Engl J Med. 2013 Mar 7;Endovascular treatment for acute ischemic stroke
Ciccone A1, Valvassori L, Nichelatti M, Sgoifo A, Ponzio M, Sterzi R, Boccardi E; et aal. Cotroneo E.

 

CONGRESSI NAZIONALI
Trattamento dell’aneurisma in acuto: problematiche endovascolari Cotroneo E.
Corso di aggiornamento SINCH. Venezia 5-6 maggio 2016

 

COSA NON FARE NEL TRATTAMENTO ENDOVASCOLARE DEGLI ANEURISMI CEREBRALI
Cotroneo E.
XXVIII Congresso AINR Napoli 15-16 sett.2015

 

 

Editor: Marta Buonomano

Dott. Enrico Cotroneo
Radiologia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies