Attacchi di panico: riconoscerli e prevenirli

Attacchi di panico: sintomi e trattamento

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 20/08/2018
Editor: Top Doctors®

Gli attacchi di panico sono brevi periodi di paura o malessere molto intenso che si accompagnano a una serie di sintomi somatici, una dottoressa specializzata in Psicologia ci aiuta a capire come affrontare questo disturbo 

 

 

Perché compaiono gli attacchi di panico?

La persona che soffre di attacchi di panico non associa queste crisi a nessuna situazione emotiva o psicologica, nonostante in molti casi esista una correlazione fra una situazione interiore conflittuale e la comparsa delle prime crisi. Se compaiono frequentemente e queste non sono trattate da uno specialista, gli attacchi si ripetono per la paura che si ripetano di nuovo.
Gli attacchi di panico, sono, in molti casi, conseguenze di altri disturbi come fobie o come conseguenze del consumo di altre sostanze. 

 

Sintomi degli attacchi di panico

Le crisi di solito appaiono bruscamente e arrivano al loro acme con rapidità, accompagnandosi spesso a sensazioni di pericolo e angoscia molto elevate, e a volte si accusa anche una sensazione di morte imminente.
I sintomi più frequenti degli attacchi di panico sono stordimento, tachicardia, palpitazioni, sudorazione, tremori o paura di perdere il controllo o impazzire. Il processo, dall’inizio alla fine di un attacco di panico, può durare da 20 a 30 angoscianti minuti.

 

Cosa scatena gli attacchi di panico?

Ogni forma di ansia è un’allerta dell’organismo che ci avvisa che c’è qualcosa, a livello psicologico, che non funziona bene. Per evitare una nuova crisi, è interessante fare un lavoro cognitivo per individuare possibili fattori di stress che hanno contribuito alla sua comparsa.

 

Esistono rimedi efficaci? 

Non c’è nessun rimedio che ci assicuri che gli attacchi di panico non compariranno più, ma condurre una vita tranquilla e senza stress, può essere una buona raccomandazione. Conoscere cosa significa un attacco di panico e quali sono i sintomi associati, risulta già molto utile a evitare future crisi, perché la nostra sensazione di paura sarà più bassa e pertanto sentiremo di avere un maggior controllo sulla situazione. 

 

Articolo redatto con la collaborazione della dott.ssa Neus Nuño, specialista in Psicologia.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies