Cataratta: diagnosi e trattamento

Autore: Dott. Cristiano De Gaetano
Pubblicato: | Aggiornato: 16/11/2018
Editor: Marta Buonomano

Il Dott. Cristiano De Gaetano, esperto in Oculistica a Roma, ci parla della diagnosi e del trattamento della cataratta, una patologia che al giorno d’oggi ha provocato la perdita della vista a circa 20 milioni di persone

Cos’è la cataratta?

La cataratta è una patologia caratterizzata da una perdita di trasparenza del cristallino dell’occhio che determina una progressiva diminuzione della vista. La cataratta può interessare uno o entrambi gli occhi, in generale si sviluppa gradualmente, manifestandosi soprattutto con l’avanzare dell’età. Oggigiorno, circa 20 milioni di persone hanno perso la vista a causa della cataratta. Maggiore incidenza di cecità si può riscontrare in paesi sottosviluppati, ad esempio l’Africa, a causa delle carenze alimentari e della mancanza di cure.

Quali sono i tipi di cataratta più diffusi?

La forma più diffusa è quella senile, legata all’invecchiamento, ma esistono anche altre forme dette iatrogene (le più comuni provocate dall’uso prolungato di cortisone), congenite e traumatiche. Inoltre, alcune patologie dell’occhio come le uveiti o il glaucoma possono determinare un’insorgenza precoce della cataratta. Tra le malattie sistemiche che si associano alla cataratta, la più comune è il diabete

Quali sono i sintomi della cataratta?

I sintomi della cataratta sono generalmente caratterizzati da una progressiva perdita della nitidezza, della visione dei colori e da un offuscamento della vista che si aggrava con l’avanzare della cataratta. Raramente, soprattutto nelle forme evolute, si può avere anche l’insorgenza di visione doppia.

Diagnosi della cataratta

La diagnosi di questa patologia avviene generalmente durante una visita oculistica, richiesta dal paziente nel momento in cui inizia a notare cambiamenti visivi. Nel corso della visita il paziente lamenta generalmente una visione offuscata e in alcuni casi diplopia nella visione da lontano. Inoltre si può riscontrare una miopizzazione dell’occhio dovuta alla stessa cataratta.

È possibile curare la cataratta?

Al momento, l’unica procedura valida per la cura della cataratta è quella chirurgica. Oggigiorno, la rimozione chirurgica della cataratta si esegue attraverso la facoemulsificazione, una tecnica molto sicura, eseguita in anestesia topica, che si avvale degli ultrasuoni per ridurre in frammenti la cataratta che verrà poi rimossa e sostituita con un cristallino artificiale (questo viene calcolato attraverso un semplice esame strumentale chiamato “biometria” in modo da utilizzare il cristallino artificiale più idoneo per il paziente). Il decorso postoperatorio prevede l’utilizzo di colliri con antibiotico e cortisone e generalmente il recupero visivo è molto rapido.

Dott. Cristiano De Gaetano
Oculistica

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies