Che cos’è la colecistite litiasica? | Top Doctors

Colecistite litiasica: quando l'infiammazione si accompagna ai calcoli

Autore: Dott. Massimo Chiaretti
Pubblicato: | Aggiornato: 17/08/2018
Editor: Top Doctors®

Quando l’infiammazione della cistifellea si accompagna alla presenza di calcoli, si parla di colecistite litiasica. Il Dott. Massimo Chiaretti, esperto in Chirurgia Generale a Roma, ci spiega di cosa si tratta

1) Quali sono le cause della colecistite?

Nell’85-90% dei casi, l’infiammazione della cistifellea è associata a colelitiasi (calcoli della cistifellea) e/o a coledocolitiasi (calcoli delle vie biliari). Esistono, però, anche colecistiti dette alitiasiche o acalcolotiche che non dipendono dalla presenza di calcoli.

Un calcolo può provocare colecistite attraverso l’abrasione o la pressione che esercita sulla mucosa colecistica. Un’altra causa è rappresentata dalla proliferazione batterica, dovuta al flusso della bile ostacolato dal calcolo

2) Quali possono essere le complicanze della colecistite?

L’infiammazione della colecisti può portare a complicanze piuttosto gravi:

1) Può favorire la formazione di aderenze (fasci di tessuto fibroso) tra cistifellea e duodeno, intestino e colon.

2) Il ridotto apporto di sangue alla cistifellea (ischemia), legato all’aumento della pressione, potrebbe comprime i vasi venosi e causare la necrosi della parete, con perforazione e stravaso della bile.

3) Come si cura una colecistite?

Il trattamento della colecistite prevede il ricovero in ospedale, il digiuno e il reintegro dell’equilibrio idrosalino. Al paziente verranno somministrati antispastici, analgesici e antibiotici, oltre che farmaci gastroprotettori.

In caso di colecistite grave o complicata (con complicanze come empiema, idrope, cancrena, perforazione della colecisti o peritonite), è necessario intervenire chirurgicamente con una colecistectomia d’urgenza (l’asportazione della cistifellea) laparotomica, cioè attraverso un’incisione nella parete addominale.

Nel caso di paziente anziano, cardiopatico o con insufficienza respiratoria, è possibile procedere al posizionamento di una drenaggio percutaneo sotto guida radiologica, che permette di svuotare la colecisti e prevenire le complicanze.

Nei casi più semplici si può procedere anche con una laparoscopia, che permette un rapido recupero delle condizioni generali e il ritorno veloce alle normali attività personali.

 

Editor Karin Mosca

Dott. Massimo Chiaretti
Chirurgia generale

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies