Cosa devo fare se ho le cataratte?

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 17/11/2018
Editor: Top Doctors®

 

In Italia gli interventi di cataratta si aggirano intorno ai 500.000 e, poiché si tratta di un intervento praticato da molti anni, i rischi per la salute dell’occhio sono decisamente ridotti. Oltre alle tecniche convenzionali, si stanno affermando trattamenti basati sull’uso di nuove tecnologie, come il laser, strumento che garantisce una maggiore precisione, e nuovi modelli di cristallini artificiali. L’esperto in Oculistica di Top Doctors ci parla delle caratteristiche dei trattamenti previsti al giorno d’oggi

La cataratta è conosciuta come quella perdita di trasparenza di una lente che si trova all’interno dell’occhio, denominato cristallino. Generalmente le cause legate alle cataratte sono da ricondurre ad un processo legato all’età, anche se la cataratta può manifestarsi in seguito ad un trattamento prolungato basato su determinati farmaci o relativamente ad alcune patologie generali come il diabete.

 

Trattamento delle cataratte

L’unico trattamento per risolvere la perdita della vista legata alla cataratta è quello chirurgico. Al giorno d’oggi non esistono farmaci che frenano l’evoluzione della patologia o ripristinano la trasparenza del cristallino. Gran parte degli interventi chirurgici si realizzano in forma ambulatoria con anestesia topica (anestesia con gocce). La cataratta viene frantumata all’interno dell’occhio sfruttando un dispositivo definito ‘facoemulsificatore’ e le incisioni sono di circa 2-3mm (microincisioni), cosicché il recupero della vista risulta rapido e si riduce il rischio di complicazioni. La cataratta non è altro che l’opacizzazione di una lente molto potente presente all’interno del nostro occhio, ovvero il cristallino. Se questa non viene eliminata o sostituita da una lente intraoculare con le medesime caratteristiche ciò può causare problemi di gradazione. Per tale motivo quando si opera la cataratta occorre impiantare una lente al posto del cristallino. Vi sono diversi tipi di lenti che correggono la miopia, l’ipermetropia, l’astigmatismo e la presbiopia (affaticamento della vista).

 

L’intervento chirurgico della cataratta non è pericoloso

Analogamente a tutti gli interventi chirurgici, tale tipo di terapia non è esente dalla possibilità di rischi o complicazioni. Nonostante ciò, l’intervento chirurgico della cataratta è decisamente avanzata e le incidenze di complicazioni sono estremamente basse. 

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Oculistica


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies