Disturbo bipolare: sintomi e trattamento

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

I disturbi bipolari vengono trattati principalmente con farmaci, per poi ricorrere alla psicoeducazione. Il nostro esperto in Psichiatria di TopDoctors ci parla dei sintomi e della cura di questa patologia

Cos’è il disturbo bipolare?

Il disturbo bipolare è una malattia mentale che dà origine ad importanti cambiamenti di stato d’animo. Questi cambiamenti spaziano dalla tristezza profonda ad uno stato di euforia intensa, o stati misti in cui l’eccitazione si mescola con sentimenti tristi. Sono, pertanto, stati d’animo patologici che possono durare varie settimane o mesi e che si differenziano enormemente dai tipici sbalzi d’umore considerati “normali”, cioè quei cambi che sono reazioni a situazioni della vita come essere molto tristi quando succede un evento traumatico o essere molto allegri quando si supera un esame o si ottiene un lavoro. Gli psichiatri utilizzano il termine “depressione” per descrivere le fasi di profonda tristezza osservate nel disturbo bipolare e la parola “mania” per descrivere le fasi di euforia. Esiste anche una forma più lieve di mania chiamata “ipomania”. È importante dire che una persona affetta da disturbo bipolare non sempre si trova in uno stato di mania o depressione: solitamente infatti si trova in uno stato di normalità denominato “eutimia”.

Sintomi del disturbo bipolare

I sintomi che si manifestano dipendono dallo stato d’animo in cui si trova la persona che soffre di un disturbo bipolare. Perciò, in un episodio di depressione (durante un periodo minimo di due settimane), si manifesta uno stato d’animo depresso, una perdita d’interesse o un’incapacità di rallegrarsi con le cose che prima risultavano piacevoli. D’altra parte, in un episodio maniaco si presenta uno stato euforico, con un’autostima esagerata, velocità nel parlare, diminuzione della necessità di dormire, iperattività ed aumento di energia. Il problema è che di conseguenza possono aumentare le attività rischiose, le condotte imprudenti, le spese eccessive e perfino il comportamento ostile. La buona notizia è che una volta diagnosticato il disturbo bipolare, tutti questi aspetti negativi possono essere corretti.

Trattamento del disturbo bipolare

Il trattamento del disturbo bipolare si basa su quattro pilastri. In ordine di importanza: farmaci, psicoeducazione, psicoterapia e auto-aiuto. I farmaci sono necessari per il trattamento e la stabilizzazione del disturbo bipolare. È comprensibile che a molte persone inquieti l’idea di prendere farmaci che agiscono sul cervello, tuttavia, è importante comprendere che il disturbo bipolare è un disturbo cerebrale ed è lì che devono agire i farmaci per ottenere risultati. I farmaci per il disturbo bipolare agiscono correggendo i problemi nella forma in cui il cervello regola gli stati d’animo ed i pensieri.

Prevenzione del disturbo bipolare

Oggigiorno ancora non si può prevenire l’apparizione del disturbo bipolare in una persona in quanto le cause di questa patologia non sempre sono chiare. Vari fattori possono contribuire alla manifestazione di un disturbo bipolare. Da un lato ci sono i geni (dato che è una malattia ereditaria), mentre dall’altro vi è un’anormalità nella struttura e funzionalità cerebrale. Gli scienziati stanno cercando di ottenere più informazioni sul disturbo bipolare attraverso degli studi. Queste ricerche forse potranno aiutare i medici a predire se una persona soffrirà di un disturbo bipolare. Un giorno, forse, si potranno aiutare i medici anche a prevenire questa patologia. Ciò che al momento si può prevenire in una persona a cui è stato diagnosticato il disturbo bipolare, è la manifestazione di episodi di scompenso mentale (cioè di depressione e di mania), per questo è necessario realizzare un trattamento adeguato.

 

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Psichiatria


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies