Fibrillazione atriale cronica: in cosa consiste la chiusura dell’auricola sinistra?

Autore: Dott. Marco Franciulli
Pubblicato: | Aggiornato: 27/03/2020
Editor: Marta Buonomano

Il Dott. Marco Franciulli, esperto in Cardiochirurgia a Napoli, ci spiega per quale motivo è necessaria la chiusura dell’auricola sinistra in caso di fibrillazione atriale cronica e in cosa consiste l’intervento eseguito in toracoscopia

Chiusura dell'auricola sinistra: quando è necessaria?

La chiusura dell’auricola sinistra è una procedura indicata in tutti i pazienti con fibrillazione atriale cronica che sono intolleranti agli anticoagulanti orali.

In quali casi è indicato l’approccio toracoscopico?

petto di un uomoL’approccio toracoscopico è indicato nei pazienti con fibrillazione atriale cronica intolleranti agli anticoagulanti e con rischio emorragico. La chiusura dell’auricola in toracoscopia viene eseguita mediante 3 piccole incisioni di circa 1 cm e l’apposizione di un anello che oblitera completamente l’auricola.

Si tratta di un intervento recente che si esegue solo in alcuni centri specializzati e con grande esperienza di chirurgia mininvasiva e videotoracoscopia.

Quali sono i vantaggi dell’approccio toracoscopico?

Tale procedura permette la chiusura completa dell’auricola, rispetto alla chiusura percutanea che in alcuni casi può lasciare dei piccoli leaks attraverso i quali si determina il passaggio di sangue e quindi possibilità di formazione di trombi. Inoltre l’anello rilasciato in toracoscopia, essendo applicato esternamente, non rimane a contatto con il sangue e quindi si può sospendere da subito l’anticoagulazione. Il device rilasciato per via percutanea invece, essendo a contatto con il sangue, necessita di un tempo per l’endotelizzazione e dunque di terapia anticoagulante o antiaggregante per alcuni mesi. Un altro aspetto importante è che l’anello esterno installato in toracoscopia rimane fisso rispetto a quello impiantato per via percutanea, che in una piccola percentuale di casi può dislocarsi. Per ultimo e non meno importante chiudendo l’auricola esternamente si crea una sorta di isolamento elettrico della base dell’auricola eliminando alcuni siti responsabili di fibrillazione atriale.

Dott. Marco Franciulli
Cardiochirurgia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..