I dannosi effetti del sole sulla pelle

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 19/11/2017
Editor: Top Doctors®

 

L’esposizione al sole senza protezione provoca danni che si accumulano giorno dopo giorno, causando un prematuro invecchiamento della pelle o particolari lesioni cutanee, come macchie solari, allergie o persino tumori cutanei. Per tale motivo, come ci spiega il nostro esperto in Dermatologia, occorre prevenire seguendo determinati accorgimenti che ci proteggono dai danni della luce solare e mettono al sicuro la nostra pelle

Tumore della pelle: i segnali d’allarme

I segni più frequenti che devono metterci in guardia su un eventuale tumore cutaneo, soprattutto dopo la stagione estiva, sono la comparsa di lesioni o macchie che presentano un colorito marcato e più scuro rispetto al resto della pelle. Inoltre, occorre individuare e tenere sotto controllo le macchie già presenti sul nostro corpo (per esempio, i nei), specialmente se interessate da cambi cromatici, di forma, arrossamento o prurito. In tale contesto, è abbastanza comune che compaiano lesioni di forma circolare o lievi lividi che prudono e formano una crosta che permane per settimane o, addirittura, mesi. Tali sintomi possono colpire anche quelle lesioni o macchie della pelle presenti sul nostro corpo e che possono peggiorare in seguito ad una lunga esposizione al sole. 
In generale, il tumore della pelle, più che nel corpo, colpisce maggiormente la testa dove l’incidenza risulta maggiore nella zona centrale del viso, del naso, la parte centrale della fronte, guance e, anche se in forma minore, nella parte superiore delle orecchie. Non è un caso che tali parti del corpo sono quelle maggiormente esposte alla luce solare durante tutto l’anno.

 

Una forma particolare di tumore della pelle: il melanoma

Il melanoma è la forma di tumore della pelle più aggressiva, anche se, fortunatamente, non è quella più diffusa. Il cancro alla pelle che affligge maggiormente la popolazione è il carcinoma basocellulare, che si distingue facilmente dal melanoma a causa della forma differente: il melanoma produce pigmento e possiede una forma irregolare e asimmetrica, mentre il carcinoma basocellulare e spinocellulare hanno la forma di chicchi o piccole ferite che non si rimarginano ed aumentano progressivamente.

 

La pelle ha una ‘memoria’

Quando diciamo che la pelle riesce a ricordare, facciamo riferimento al fatto che gli effetti del sole possono produrre alterazioni del DNA delle cellule cutanee che non si manifestano immediatamente ma compaiono nel corso di molti anni, sfociando anche in tumori della pelle. Per tale motivo i dermatologi concordano nell’affermare che le scottature durante l’infanzia e prima dei 18 anni sono legate ad una maggiore probabilità di sviluppare un tumore cutaneo, in particolare un melanoma. 

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Dermatologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies