I progressi nella chirurgia cardiaca

I progressi nella chirurgia cardiaca

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 15/08/2018
Editor: Top Doctors®

In quest’articolo il nostro esperto in Cardiochirurgia ci illustra i progressi effettuati nell’ambito degli interventi cardiochirurgici

Quali nuovi tecniche si sono sviluppate negli ultimi anni nell’ambito della chirurgia cardiaca?

La prima tecnica da menzionare è la chirurgia coronarica senza l’uso della circolazione extracorporea (macchina cuore-polmone). Questa ha permesso di ridurre le complicazioni legate ad interventi cardiochirurgici. Vi sono due aspetti principali che rappresentano un passo avanti importante nel campo della cardiochirurgia: quelli legati alla chirurgia dell’aorta toracica, che rappresenta una delle grandi sfide dei chirurghi cardiovascolari; negli ultimi anni, difatti, è possibile operare attraverso procedimenti di interventistica endovascolare, più semplici ed efficaci per risolvere gli aneurismi, in particolare quelli dell’aorta toracica. Inoltre, attualmente è possibile impiantare protesi senza l’uso di circolazione extracorporea o sternotomia, mediante incisioni minime e non localizzate nella valvola aortica. Ciò rappresenta un fattore molto importante poiché la stenosi vascolare aortica è una patologia molto frequente con la quale i chirurghi si cimentano continuamente. 

 

In cosa consiste la chirurgia minimamente invasiva e in quali casi si può applicare?

Lo scopo della chirurgia minimamente invasiva è quello di ridurre al minimo l’entità dell’intervento e i rischi per i pazienti. Per tale motivo, l’unica incisione prevista è quella provocata da piccoli aghi ed effettuata in zone localizzate della pelle attraverso le quali si raggiunge l’organo in questione e si interviene. Nel caso concreto della chirurgia cardiaca, ciò è particolarmente utile per le patologie della valvola mitrale, quelle che coinvolgono il lato destro del cuore (nell’auricola destra) e alcune patologie congenite. Il trattamento post-operatorio risulta molto più rapido e meno problematico, con meno fastidi e con un ottimo risultato finale.

 

Quali vantaggi offre rispetto alla chirurgia tradizionale?

La chirurgia minimamente invasiva è una chirurgia che riduce al minimo le incisioni e, quindi, permette un recupero post-operatorio semplice, meno doloroso e rapido.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Cardiochirurgia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies