I sintomi più frequenti del cancro al fegato

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

 

Quali sono i sintomi più frequenti del cancro al fegato? Ce ne parla il nostro esperto in Chirurgia Generale

Quali sono i fattori che causano la comparsa del tumore al fegato? È possibile prevenirlo?

Il principale fattore che influisce sulla comparsa del tumore al fegato risulta l’infiammazione cronica, nella maggior parte dei casi dovuta ad infezione virale; il virus dell’epatite C, in tale contesto, rappresenta il fattore più influente. Anche il virus dell’epatite B e l’alcolismo facilitano la nascita di un cancro al fegato. Attualmente esiste un trattamento efficace per sconfiggere il virus dell’epatite B e sono stati comprovati alcuni trattamenti antivirali per il virus dell’epatite C (quest’ultimo risulta efficace e ha effetti collaterali ridotti). È risaputo che l’eliminazione del virus B diminuisce il rischio di comparsa di una neoplasia di forma progressiva nell’arco degli anni. Al contrario, non si hanno molti dati scientifici in merito all’eliminazione del virus C, ma risulta probabile che ciò porta al ripristino delle normali funzioni del fegato e la riduzione drastica del rischio di nuova comparsa del carcinoma.
 

In quali casi si ricorre al trattamento chirurgico?

Le probabilità di eliminare il tumore al fegato mediante intervento chirurgico dipendono dallo stadio evolutivo della neoplasia e dalla patologia d’origine, che spesso è la cirrosi. In quest’ultimo caso, il trattamento chirurgico rappresenta quello più efficace. Altro trattamento potenzialmente risolutivo riguarda il trapianto di fegato.

 

In cosa consiste l’intervento chirurgico per il tumore al fegato?

L’intervento chirurgico consiste nel realizzare una resezione che coinvolge il tumore e parte dei tessuti sani per garantire una rimozione completa delle parti malate. Il trapianto di fegato, il quale organo proviene da un donatore in vita, è un’alternativa che permette di realizzare un trattamento efficace e non mette in pericolo di vita il paziente ricevente. 

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Chirurgia generale


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies