I tipi di tumori di origine sconosciuta

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

I tumori di origine sconosciuta non sono altro che metastasi di origine ignota. Vengono definiti in questo modo i tumori metastatici, escludendo emopatie maligne e linfomi, la quale causa difficilmente viene diagnosticata attraverso lo studio della cartella clinica del paziente e gli esami approfonditi (radiografia del torace, analisi del sangue e delle urine, esame istologico adeguato). Ce ne parla il nostro esperto in Oncologia

Nella maggior parte dei casi, gli esami che vengono realizzati al fine di diagnosticare il tumore primario sono troppi e superflui. Il tumore primario si manifesta solo nel 15% dei casi e la diagnosi, purtroppo, non condiziona la prognosi o il trattamento. Questi, difatti, sono tumori che raramente possono essere curati e che non rispondono positivamente alla chemioterapia palliativa (solo il 20% dei pazienti affetti da questi tumori reagisce positivamente al trattamento).  

 

Sintomi dei tumori di origine sconosciuta ed esami diagnostici

Circa il 6% dei pazienti affetti da tumore presentano metastasi di origine sconosciuta. I sintomi più frequenti sono il dolore, tumori al fegato, adenopatie o gangli affetti da patologie, dolori ossei o fratture patologiche, sintomi respiratori, disturbi del sistema nervoso, perdita di peso o noduli cutanei. È utile effettuare la biopsia del ganglio o della massa tumorale, quando è possibile. Tali studi dovranno essere effettuati prima delle indagini radiografiche poiché le analisi effettuate dal patologo possono indirizzare la ricerca del tumore primario. Vi sono alcuni casi particolari, come quelli dei gangli patologici del collo, nei quali la diagnosi è orientata verso il tumore primitivo della laringe o della faringe. Per tale motivo, il tumore viene trattato come tale. Lo stesso vale per i gangli maligni nell’ascella, che nelle pazienti viene trattato come se l’origine fosse di tipo mammario nonostante non venga stato diagnosticato il tumore al seno. In questo caso il tumore originario potrebbe essere quello al polmone.

 

Conclusioni in merito al tumore di origine sconosciuta

Questo tipo di tumori di origine sconosciuta sono difficilmente pronosticabili e il trattamento chemioterapeutico difficilmente permette di curarli. Nei casi in cui viene individuato il tumore primario, il trattamento sarà correlato a tale patologia, tenendo in considerazione il fatto che si tratta di un tumore in stato avanzato o metastatico. In questo caso è necessario effettuare degli esami istologici approfonditi, inclusi quelli biomolecolari, e in stretto contatto con l’oncologo e il patologo. Effettuare numerose analisi radiografiche ed endoscopiche non è la soluzione più efficace al fine di migliorare la prognosi. Questi tumori vengono trattati mediante chemioterapia

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Oncologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies