Il cancro alla laringe: che cos'è e quali sono sintomi

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 19/11/2017
Editor: Top Doctors®

Cancro della laringe è un tumore maligno che può colpire le corde vocali e le strutture adiacenti. Il 99% dei tumori della laringe origine nella mucosa. L'eziologia del cancro della laringe è sconosciuta, anche se diversi fattori sono stati associati modo chiaro ed evidente: tabacco e alcol.

Nel vie aeree superiori, il tabacco agisce come sostanza cancerogena, di per sé, è in grado di indurre la trasformazione di cancro mucosa normale. In realtà, i tumori della laringe si verificano quasi esclusivamente nei fumatori, e sono eccezionali nei non fumatori. Il rischio di sviluppare il cancro nei fumatori è del 60% - 160% superiore rispetto ai non fumatori.

Anche se l'alcol di per sé non è cancerogeno, è l'effetto sinergico di entrambi facilitare l'azione di tabacco, in particolare tumori sopraglottidee (sopra le corde vocali). C'è anche qualche predisposizione genetica e le infezioni virali (virus herpes simplex, virus del papilloma umano).

Al contrario, il consumo di frutta, verdura e alimenti contenenti carotenoidi può ridurre il rischio. Reflusso gastroesofageo e la voce trauma cronico sono proposte classicamente ipotesi, ma nessuna prova convincente della loro responsabilità in oncogenesi.

Frequenza di cancro della laringe

L'incidenza di tumore della laringe in Europa centrale compresa tra 9 e 10 nuovi casi ogni 100.000 abitanti. In Spagna, tale incidenza -variabile da province o regioni-tra i 15 ei 25 nuovi casi all'anno ogni 100.000 abitanti. In particolare tra il 1997 e il 2005, si stima che nel nostro paese l'incidenza annuale di cancro della laringe è stato 4.557 nuovi casi. Come si può dedurre, la Spagna è tra i paesi con la più alta frequenza di cancro della laringe. L'età media alla presentazione è di 60 anni, con un range da quarto all'ottavo decenni di vita. Ogni otto o nove uomini colpiti una donna, anche in altri paesi come gli Stati Uniti, il rapporto è di quattro a uno.

I sintomi del cancro della laringe

Disfonia appare in genere in un latente, progressivamente peggiorando. Fortunatamente, il cambiamento di voce permette la diagnosi precoce. Il coinvolgimento del sopraglottica (bande o cavi falsi, epiglottide) può presentare con una storia di deglutizione e / o voce alterata a seconda della posizione esatta del tumore. Il disagio nella deglutizione, come il dolore, sensazione di corpo estraneo nella deglutizione o continua tosse generalmente lievi in un primo momento. Sebbene le corde vocali non sono interessati in un primo, l'occupazione dello spazio sopra di loro può produrre una voce nasale. Più tardi persistente tosse irritativa o tosse con espettorato sanguinante può verificarsi, così come più gravi disturbi della deglutizione e la respirazione, difficoltà di alimentazione e la conseguente perdita di peso. Occasionalmente, ci può essere dolore riferito all'orecchio sullo stesso lato.

Diagnosi

Palpazione del collo permette di valutare la presenza di eventuali deformazioni cartilagine tiroidea o per punto doloroso, dalla presenza (o meno) dei linfonodi nel collo. Lo studio radiologico più comunemente usato nel cancro della laringe è tomografia computerizzata (CT), che permette di definire la dimensione e la portata e la profondità della crescita. Come studiare ulteriormente il metodo di risonanza magnetica nucleare (NMR) esiste, dove vi è una crescita iniziale o per valutare la cartilagine extralaringeo. La cartilagine è generalmente molto resistente invasione tumorale a causa della sua bassa vascolarizzazione.

Utilizzando la tomografia ad emissione di positroni (PET) è ancora molto limitata, ma molti studi hanno messo in evidenza la sua alta sensibilità e specificità per la diagnosi precoce di metastasi linfonodali. Un'altra delle sue principali indicazioni è la diagnosi precoce di recidiva dopo la radio e / o chemioterapia trattamento, prestazioni migliori rispetto alle tecniche di imaging convenzionali. Ecografia o ecografia sono sicuri e permettono di definire i nodi al collo con elevata precisione.

Il cosiddetto ago aspirazione dei linfonodi del collo, sotto guida ecografica, comprensivi di pungere le cellule gangliari e vuoto può quindi essere studiato al microscopio, affina il caso di linfonodi metastatici del collo. Questa esplorazione è particolarmente indicato nei gangli di origine incerta, ad esempio quando non si osserva alcun tumore primario, ma il sospetto che il nodo è una metastasi.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Otorinolaringoiatria


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies