Ipnosi clinica: la scelta perfetta per conoscere se stessi

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

 

Come ci spiega nell'articolo il nostro esperto in Psicologia, l’ipnosi clinica è un metodo adoperato da alcuni professionisti del settore, come nel caso degli psicologi, ed è utilizzato all’interno di alcune terapie come quella del comportamento cognitivo-comportamentale (per produrre determinati cambiamenti a livello percettivo, sensitivo, comportamentale) al fine di raggiungere un obbiettivo terapeutico mediante suggestioni, ovvero suggerimenti forniti dal terapeuta che portano il paziente ad esprimere plasticamente una particolare idea

 

Come avviene la seduta di ipnosi clinica?

Le sedute di ipnosi clinica avvengono all’interno di un contesto terapeutico nel quale, in seguito ad una serie di test, lo specialista riesce ad ottenere l’informazione necessaria per comprendere il grado di suggestionabilità che il paziente è in grado di supportare. Mediante valutazioni a livello di rapporto, interazione e confidenza è possibile inquadrare un momento determinato all’interno del quale il paziente è indirettamente propenso ad acquisire una serie di suggestioni: in questo modo lo psicoterapeuta potrà raggiungere l’obbiettivo prefissato.

 

Quali patologie possono trattarsi grazie all’ipnosi clinica?

Anche se inizialmente l’ipnosi era un metodo che si applicava esclusivamente per alcune tipologie di disturbo come la dipendenza o il tabagismo, con il passare del tempo, attraverso l’osservazione clinica e la ricerca, si è compreso che l’ipnosi può accompagnare altre terapie funzionali, come quelle cognitivo-comportamentali. Ciò ha comportato maggiori successi nella diagnosi e nella cura di altri disturbi clinici come quelli legati all’ansia, alla depressione e alle disfunzioni sessuali.

 

Qual è il rapporto tra pazienti ed ipnosi? È un trattamento che funziona per tutti i casi clinici?

Nei casi in cui il paziente è sottoposto ad un’altra terapia come quella cognitivo-comportamentale, una volta instaurato un rapporto più stretto con il terapeuta, quest’ultimo propone l’ipnosi clinica come metodo in grado di accelerare la buona riuscita della psicoterapia che si sta applicando in quel periodo. In condizioni normali, quasi tutti i pazienti accettano volentieri di sottoporsi ad ipnosi clinica, sono collaborativi e si ottengono buoni risultati. Nonostante rappresenti un metodo estremamente efficace e affermato in campo medico, è chiaro che tale terapia psicologica può scontrarsi con le avversioni legate alle patologie o alla personalità del paziente.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Psicologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies