La Cardio-TC: tomografia computerizzata coronarica

Autore: Dott. Mario Finazzo
Pubblicato:
Editor: Antonietta Rizzotti

La Cardio-TC consente di valutare, in modo non invasivo, il circolo coronarico. Ne abbiamo parlato con il Dott. Mario Finazzo, esperto in Radiologia a Palermo

Come viene eseguita la Cardio-TC?

Viene effettuata mediante mezzo di contrasto iodato somministrato per via endovenosa. L’acquisizione delle Medico che mostra un oggetto a forma di cuoreimmagini è sincronizzata con l’elettrocardiogramma del paziente. La procedura richiede pochi secondi e non provoca dolore nei pazienti che vi si sottopongono. In seguito all’acquisizione delle immagini queste vengono inviate alla workstation, che le elabora tramite un software di analisi vascolare.

Questo tipo di analisi viene effettuato in caso di:

  • Studio del circolo coronarico in pazienti a rischio intermedio-basso di malattia delle coronarie;
  • Valutazione dell’eventuale presenza di anomalie dell’origine o del decorso delle coronarie;
  • Controllo periodico dei bypass coronarici;
  • Valutazione di anomalie/patologie cardiache o pericardiche.

In passato, l’unica metodologia in grado di studiare le coronarie era la Coronarografia convenzionale. Si è oggi riscontrato come la Coronaro-TC possa dare informazioni comparabili, in grado di escludere la presenza di patologie coronariche.

Quali sono le controindicazioni?

Le controindicazioni di questo esame riguardano:

  • Aritmie cardiache;
  • Frequenza cardiaca elevata >85 battiti al minuto, nonostante terapia medica;
  • Dispnea con impossibilità a mantenere un’adeguata apnea inspiratoria (circa 5-10 sec);
  • Insufficienza renale;
  • Gravidanza;
  • Allergia nota al mezzo di contrasto organo-iodato;
  • Peso corporeo >150Kg.

Come prepararsi all’esame?

  • Compilazione e firma di una scheda di consenso informato all’esame stesso;Disegno di un cuore su una vetrata
  • Digiuno da alimenti e bevande che non siano acqua (6 ore);
  • Portare eventuali esami precedenti (eco, ecg, tc, rm, scintigrafia etc.);
  • Per i pazienti affetti da diabete, sospendere farmaci a base di metformina, solo nel caso in cui gli esami di funzionalità renale (azotemia e creatinina) siano nei limiti massimi della norma o lievemente superiori alla norma;
  • Per i pazienti con allergie (a farmaci, alimenti, allergie stagionali, polvere etc.), è obbligatorio eseguire necessariamente un protocollo antiallergico;
  • Prima dell'esame evitare: caffè, bevande eccitanti e fumo di sigaretta.

Prima di effettuare l’esame, è necessario mostrare ulteriori esami quali l’azotemia, creatininemia, ed elettroforesi proteica, che non devono essere stati effettuati da più di 30 giorni.

 

Dott. Mario Finazzo
Radiologia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies