La celiachia nei bambini: sintomi e cure

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

In questo articolo, i migliori esperti in Pediatria ci spiegano come la celiachia colpisce i bambini, quali sono i sintomi che provoca e come è possibile diagnosticarla.

 

Che tipo di attenzioni si devono tenere durante il primo svezzamento di un bebè?

L’ideale sarebbe cominciare l’alimentazione con latte materno, e continuare almeno fino a quando il bebè non avrà compiuto i sei mesi. Dopodiché, sarà necessario diversificare la dieta. Sarà possibile inserire altri alimenti a partire dal quinto mese d’età.

È consigliabile amministrare piccole quantità di glutine nel latte materno, ma mai prima del quarto mese d’età.

 

Quali sono i sintomi della celiachia infantile?

Quando il bambino consuma alimenti che contengono glutine, la celiachia si presenta con sintomi digestivi: perdita di appetito, cambi nelle caratteristiche delle feci (consistenza, odore e colore), diarrea cronica o intermittente, dolori addominali, anemia, costipazione, amenorrea etc.

Attualmente, la celiachia presenta pochi sintomi, perciò è tanto difficile da individuare. Un cambio nell’appetito, di peso o taglia può destare sospetti, così come un umore triste o irritabile.

 

Come si diagnostica la celiachia infantile?

È necessario che il bambino assuma glutine giornalmente. Trattandosi di una malattia autoimmune ed ereditaria, la diagnosi si effettua con l’individuazione degli anticorpi anti-cellule intestinali e degli anticorpi anti-gliadina, una proteina del glutine. Lo studio genetico si usa per determinare gli antigeni di istocompatibilità, proteine codificate geneticamente.

Esistono diversi anticorpi, ma quelli con alto rischio di celiachia sono due: HLA DQ2 e DQ8 positivi.

 

Quali alimenti bisogna evitare nei casi di celiachia infantile?

Tutti gli alimenti che contengono farina di grano e glutine (pane, cereali e pasta). È utile ricordare che moltissimi alimenti in commercio contengono glutine.

 

È necessaria l’assunzione di vitamine nei casi di celiachia infantile?

Una volta effettuata la diagnosi, è necessario assumere vitamine e ferro per un periodo, al fine di riparare le eventuali lesioni causate dalla malattia.

 

Esistono cure per la celiachia?

La celiachia si cura con un cambio nelle abitudini alimentari. Eliminando tutti i cibi che contengono glutine e scegliendo alimenti come riso, mais, soia o quinoa, si noteranno grandi cambiamenti positivi. È consigliabile visitare spesso uno specialista in gastroenterologia per tenere sotto controllo la malattia. 

 

 

 

Articolo redatto con la collaborazione del Dottor Jimenez, specialista in Pediatria

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Gastroenterologia


Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle la pubblicità relativa alle sue preferenze, nonché analizzare le sue abitudini di navigazione. L'utente ha la possibilità di configurare le proprie preferenze QUI.