La chirurgia della voce

Autore: Prof. Diego Cossu
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

 

Il Prof. Diego Cossu, esperto in Audiologia e Foniatria, ci spiega cos’è la fonochirurgia, la chirurgia della voce, quali tipi di problemi si possono risolvere e quali risultati si possono ottenere

 

Cos’è la chirurgia della voce?

La chirurgia della voce, o fonochirurgia, è una modalità chirurgica molto particolare. Si interviene sulle corde vocali o sulle strutture cartilaginee all'interno delle quali si trovano le corde vocali.
L'obiettivo della fonochirurgia è quello di migliorare quanto più possibile il segnale vocale. Questo si può avere nei pazienti che hanno avuto un’alterazione della funzione vibratoria delle corde vocali, su persone che hanno subito precedentemente interventi demolitivi sulle corde vocali, oppure qualora ci sia la necessità di modificare il segnale vocale in persone che abbiano una voce che non gradiscono.

 

Quali problemi alla voce si possono risolvere chirurgicamente?

I problemi della voce che possono essere risolti in ambito fonochirurgico sono molteplici. Innanzitutto, tutte le piccole patologie benigne del margine cordale: i polipi, le cisti o, qualora siano inveterati nel tempo, anche i noduli.

Una chirurgia particolare si deve, invece, eseguire quando abbiamo delle cicatrici cordali. In questo caso si ricorre a delle tecniche particolari, che si chiamano tecniche di scollamento della mucosa, che vengono eseguite in microlaringoscopia in sospensione.

 

Cos’è la chirurgia della voce artistica?

Alcuni pazienti necessitano della voce quanto più perfetta possibile. Questi sono i professionisti della voce, ma non dobbiamo sbagliarci: i professionisti della voce non sono solo i cantanti, ma coloro i quali utilizzano la loro voce per avere un rendiconto finanziario. Parliamo di quelle persone che utilizzano la voce giornalmente, come gli insegnanti, gli oratori, gli avvocati e poi, ovviamente, i cantanti, di musica lirica o leggera che sia. Tutte queste persone possono accedere al servizio fonochirurgico.


Naturalmente l'approccio deve essere quanto più possibile sofisticato e preciso, per evitare problemi susseguenti. Tante volte, infatti, possiamo eliminare la patologia, ma restituire un segnale vocale che non è perfettamente ciò che il paziente professionista della voce desiderava avere.

 

Si può cambiare voce con la chirurgia?

La fonochirurgia modifica il segnale vocale sempre in meglio. Non è detto, però, che si acceda a questo tipo di fonochirurgia soltanto per cambiare il segnale vocale perché patologico. Esiste una quota di persone, nello specifico il transgender e in particolare male to female (uomo che diventa donna), che ha necessità di far aderire la propria voce alla nuova identità sessuale.

Per fare questo ci siamo specializzati in un intervento chirurgico particolare, che si chiama tiroplastica di IV tipo o approssimazione cricotiroidea. Con un semplice intervento chirurgico che dura meno di un'ora si riesce a far passare una voce da maschile a percettivamente femminile. È un intervento che dura nel tempo e di cui abbiamo moltissima esperienza: abbiamo operato più di 300 pazienti con la nostra équipe, e i risultati si sono rivelati assolutamente confortanti e duraturi nel tempo.

 

Editor Karin Mosca

Prof. Diego Cossu
Audiologia foniatria

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies