La lussazione della spalla: come trattarla?

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

La lussazione della spalla è una patologia che rende dolorose, per chi ne è affetto, anche le normali attività quotidiane. 
Un medico esperto in Ortopedia e Traumatologia ci spiega come affrontarla

 

 

La lussazione della spalla: come trattarla?

La spalla è un’articolazione che quando si disloca, dà luogo a un’instabilità (ovvero quando la spalla non si trova nella sua posizione normale) che può essere completa o parziale. Esistono vari tipi di instabilità della spalla e la più frequente è la lussazione dell’articolazione principale.

 

Quali sono le cause?

Le cause possono essere di due tipi: traumatiche e non traumatiche. Le lussazioni di tipo traumatico sono più frequenti nella pratica sportiva, ma possono verificarsi anche a seguito di cadute o incidenti, e la ricollocazione della spalla può essere molto dolorosa per il paziente.
Le lussazioni non traumatiche, invece, possono dar luogo ad altri tipi di instabilità, dato che la spalla può dislocarsi in qualsiasi direzione. 

 

 

Sintomi della lussazione

Nel caso di lussazioni di tipo traumatico, i sintomi sono evidenti, dato che la spalla si trova in una posizione anomala ed è impossibile muovere il braccio. Nei casi di instabilità a causa di lassità o iperelasticità, invece, i sintomi possono variare molto, e vanno dalle spalle che si dislocano e si riposizionano senza nessun dolore ai dolori progressivi accompagnati dalla sensazione che la spalla si sta dislocando. 

 

Trattamento

Il trattamento chirurgico non è sempre la soluzione migliore alla lussazione della spalla. Se invece ha luogo l’intervento chirurgico, esso si realizza tramite artroscopia mediante un approccio minimamente invasivo, i cui risultati sono generalmente positivi. Nei casi di lassità e iperelasticità, il trattamento non può essere di tipo chirurgico, ma è necessario sottoporsi a sessioni riabilitative di fisioterapia. I traumatologi intervengono solo quando la soluzione chirurgica non ha avuto esiti positivi e il paziente continua ad avvertire dolore. 

 

Articolo redatto con la collaborazione del Dott. Daniel Ferro Miguel, specialista in Ortopedia e Traumatologia.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies