La tecnica laparoscopica in ginecologia: intervento mono incisione

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 19/11/2017
Editor: Top Doctors®

Negli ultimi anni c'è stato un grande progresso nella chirurgia ginecologica con l'introduzione di tecniche laparoscopiche e chirurgia isteroscopica. Entrambi i tipi hanno permesso di risolvere un certo numero di malattie mediante procedure meno invasive e permettere un miglior recupero postoperatorio grazie, tra le altre cose, per minimizzare cicatrici addominali.

Di tutti i progressi vi è una delle più recenti varianti delle procedure laparoscopiche, cosiddetto "single port" che è davvero eccezionale. Utilizzando questa tecnica una piccola incisione nell'ombelico e tutti gli strumenti necessari per eseguire l'intervento programmato è introdotto.

Usando questa tecnica, a differenza di quanto avviene in chirurgia laparoscopica convenzionale, è di evitare di eseguire altri intagli ausiliari. Cioè, dopo l'intervento sarà una singola incisione cutanea di circa due centimetri, che anche sarà praticamente nascosti all'interno l'ombelico, quindi il suo risultato estetico è di solito eccellente.

Operazioni con singola porta

Va tuttavia osservato che non tutti gli interventi possono essere eseguite con la tecnica unica porta, è vero che un numero crescente di procedure che sono incorporati in questa nuova variante di chirurgia laparoscopica è maggiore. Quindi, possiamo dire che le loro applicazioni sono oggi in fase di crescita. Si spera che l'introduzione di nuove attrezzature ci permette di ampliare ulteriormente il numero di processi che possono essere fatte con questa procedura chirurgica per un unico foro, piccolo, tecnicamente noto come singola porta.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Ginecologia e Ostetricia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies