Malattie infettive dell’adolescente: tutto ciò che c’è da sapere!

Autore: Prof. Guido Castelli Gattinara
Pubblicato:
Editor: Sharon Campolongo

Per malattia infettiva si intende la conseguenza del contatto tra batteri, virus, funghi o parassiti e una persona. La trasmissione avviene per contatto oppure attraverso punture di vettori, ingestione di acqua e alimenti contaminati. È importante la diagnosi e il trattamento di tali patologie, poiché sono associate a un aumento del rischio di tumori: il Papilloma Virus (tumore alla cervice), i virus dell’Epatite B e C (tumore al fegato) e l’Helicobacter Pylori (tumore allo stomaco). Approfondiamo questo argomento in questo breve articolo

Quali sono le malattie infettive più comuni dell’adolescente?

L’adolescente può sviluppare alcune malattie infettive tipiche di questa età e più rare nell'infanzia..

Una delle malattie infettive più comuni durante l’adolescenza è la Mononucleosi Infettiva, ossia un’infezione da virus erpetico che ha caratteristiche specifiche. Infatti, è generalmente caratterizzata da:

  • Febbre che dura molto e tende a essere persistente
  • Gonfiore dei linfonodi del fegato e della milza
  • Tonsillite tipica

In questi casi, è essenziale fare la diagnosi e controllare bene gli esami ematici, verificare la persistenza dell’infezione e la guarigione. Infatti questa condizione può essere alla base di febbricole persistenti, stati di astenia e malessere di difficile diagnosi. Si tratta tuttavia di una malattia generalmente benigna che solo in casi particolari richiede trattamenti farmacologici.

Si trasmette con le secrezioni respiratorie e con la saliva, per cui è anche chiamata la “malattia del bacio”, data la frequenza nell’età delle prime relazioni amorose.

Altre malattie infettive che possono contrarre i giovani adolescenti sono quelle sessualmente trasmissibili come l'HIV, il Papillomavirus e l'Herpes. Il loro decorso è generalmente asintomatico e, molto spesso, possono implicare complicazioni a lungo termine. Vanno assolutamente prevenute con una informazione accorta, l’uso dei profilattici e le vaccinazioni.

un ragazzino bacia sulla guancia una ragazzina

Si possono prevenire i fattori di rischio?

La prevenzione delle infezioni, in particolare quelle sessualmente trasmissibili, è un tema rilevante nell’adolescente e non deve essere trascurata. È necessario consapevolizzare gli i ragazzi per aiutarli ad evitare comportamenti a rischio e conoscere bene le diverse forme di prevenzione sanitaria.

In questo senso, il Pediatra rappresenta un punto di riferimento per i giovani adolescenti, affiancando anche in maniera indipendente i genitori nella loro formazione alla prevenzione delle infezioni.

Tra queste la profilassi dell’infezione da Papillomavirus tramite le vaccinazioni costituisce una vera difesa preventiva nei confronti dei tumori.

Come si manifestano?

Alcune infezioni devono essere diagnosticate con esami ematici specifici, che sono opportuni nei casi in cui i ragazzi presentino sintomi e segni aspecifici di:

  • Malessere
  • Febbricola
  • Debolezza
  • Astenia

Quali possibili prevenzioni vengono raccomandate?

La prevenzione negli adolescenti rappresenta un aspetto particolarmente delicato, ma assai rilevante.

Infatti, ricoprono un ruolo importante le vaccinazioni come i richiami per il Tetano, la Difterite, la Pertosse e la Poliomielite.

Oltre a quello contro il Papillomavirus (HPV) sono fondamentali i vaccini contro la Meningite, un eventuale richiamo per lo Pneumococco e i vaccini contro l’Epatite A.

Prof. Guido Castelli Gattinara
Pediatria

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle la pubblicità relativa alle sue preferenze, nonché analizzare le sue abitudini di navigazione. L'utente ha la possibilità di configurare le proprie preferenze QUI.