Mangiare bene per prevenire la fibromialgia

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 19/11/2017
Editor: Top Doctors®

Fibromialgia è definita come una condizione di malattia dolorosa (non-articolare) coinvolge la muscolatura. È la causa più comune di dolore cronico diffuso.

Questa è la caratteristica principale del dolore cronico e generalizzato (oltre 3 mesi). Inoltre, per diagnosticare, ci deve essere dolore quando una pressione con le dita in circa 11 dei 18 punti del corpo che sono fondamentali avviene ..

Alterazioni comuni

E 'stato scientificamente provato che ci sono alterazioni nel dolore neurotrasmettitori. La più importante è in serotonina coinvolti nella inibizione delle sensazioni dolorose ed è molto diminuita in soggetti con fibromialgia. Anche se può anche essere alterazioni dopamina ed endorfine, etc.. I sintomi che compaiono più frequentemente sono: cambiamenti nei modelli di sonno, disturbi psicologici, riduzione della forza, dolore muscoloscheletrico e estrema stanchezza.

Trattamento della fibromialgia

La fibromialgia è una condizione cronica e quindi non ha alcuna cura. Il trattamento deve essere focalizzata sul miglioramento dei sintomi sperimentati dalla persona e migliorare la loro qualità di vita. E 'meglio fare un'attività multidisciplinare che ha coinvolto vari trattamenti farmacologici: (analgesici, antinfiammatori, antidepressivi, ...), fisioterapia, psicoterapia, sport e nutrizione.

Il cibo nella fibromialgia

Normalmente, nel corpo di persone con fibromialgia calcio cronica e perdita di magnesio si verifica. Inoltre, è anche comune trovare una mancanza di selenio, zinco, iodio, ferro e vitamina D.

Proteine ​​dovrebbe costituiscono 15% dell'energia consumata durante il giorno e più dovrebbe essere pianta. Alimenti consigliati sono pesce, verdure e uova. Per carboidrati, zuccheri dovrebbero rappresentare il 45% dell'energia consumata durante il giorno. Tuberi, verdure, si consigliano frutta e cereali in quantità minori. Infine, i grassi monoinsaturi (principalmente acidi grassi) dovrebbero rappresentare il 35% dell'energia consumata.

A grandi obiettivi nutrizionali per il trattamento di malattie autoimmuni, come la fibromialgia è quello di potenziare il sistema immunitario attraverso un buon apporto di vitamine, minerali e proteine.

Le principali raccomandazioni dietetiche per la fibromialgia sono:

Scarsa alimentazione -Fare basificante, cioè ricco di minerali come magnesio, calcio e potassio e sodio (sale)

Fai clic per buona scorta di antiossidanti: vitamina C, A, E, selenio, zinco e sostanze fitochimiche, come flavonoidi quercetina.

-Fare Un corretto apporto di vitamina D per garantire l'assorbimento del calcio nell'intestino.

-Consumare Omega-3 per il suo effetto anti-infiammatorio e migliora gli stati di depressione.

Verdure crude -Consumare nei pasti principali per aumentare l'assunzione di vitamine antiossidanti.

-Per Garantire un buon apporto di energia e nutrienti è raccomandato dividendo accuratamente il cibo in 5 volte al giorno.

 

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Dietologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies