La prevenzione del melanoma | Top Doctors

Melanoma: l’importanza della prevenzione!

Autore: Prof. Nicola Mozzillo
Pubblicato: | Aggiornato: 08/08/2018
Editor: Top Doctors®

Molte persone si espongono ai raggi UV senza la protezione di creme solari, non sapendo che ogni anno in Italia ben 7000 persone vengono colpite da melanoma: il Prof. Nicola Mozzillo, esperto in Chirurgia Generale a Napoli, spiega come prevenire questo tumore della pelle

Che cos’è il melanoma?

Il melanoma è un tumore che colpisce la pelle e che si origina dai melanociti, ovvero le cellule che compongono lo strato basale dell’epidermide, che contengono la melanina. L’incidenza di questo tumore è in continuo aumento dagli anni ’70, con un ritmo del 5% in più ogni anno: in Italia si diagnosticano annualmente 7000 nuovi casi ed oltre 1500 decessi. Da questi pochi dati si capisce quanto sia importante prevenire e diagnosticare precocemente il melanoma per evitare che l’aggressività di questo tumore continui ad aumentare nel tempo.

L’importanza della prevenzione

I fattori di rischio che causano l’insorgenza del melanoma sono genetici ed ambientali. Tra questi ultimi, il più importante è l’eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti solari naturali e/o artificiali, che aumentano la possibilità di insorgenza di nei, un altro fattore di rischio molto importante del melanoma. Per quanto riguarda i fattori genetici, invece, si è visto come i soggetti ad alto rischio siano le persone con pelle chiara, con capelli biondi o rossi ed occhi chiari, oltre a chi presenta un numero elevato di nei ed ha una familiarità con la malattia. Per prevenire o diagnosticare precocemente questo tumore, è possibile seguire alcuni semplici accorgimenti: vediamoli nel dettaglio.

Prevenzione primaria

La prevenzione primaria del melanoma passa da un unico punto: la protezione. È importante utilizzare sempre creme solari ad alta protezione, applicarle più volte ed evitare l’esposizione nelle ore centrali (11 alle 15) con alta intensità di raggi UV: ma non solo. La protezione della pelle, infatti, si deve effettuare anche indossando indumenti adeguati e proteggendo occhi e testa con occhiali da sole e cappelli. Inoltre, l’elevata esposizione in età giovanile è peggiore rispetto a quando avviene in età adulta e per questo motivo bisogna evitare le scottature soprattutto in età infantile.

Prevenzione Secondaria

La prevenzione secondaria, invece, si basa sulla diagnosi precoce del melanoma, che offre la possibilità di ottenere una miglior prognosi: ad oggi lo screening selettivo dei soggetti più a rischio è la metodica più valida. È inoltre da sottolineare che lo screening deve essere associato ad una miglior informazione nella popolazione, che spesso ignora alcune semplici regole che possono aiutare a prevenire o diagnosticare in tempo il melanoma. L’autoesame dei nei si basa sul metodo ABCDE (Asimmetrico, Bordi irregolari, Colore non uniforme, Diametro, Evoluzione), attraverso cui si consiglia di rivolgersi ad un dermatologo se:

  • Il neo è Asimmetrico, dato che solitamente i nei benigni hanno una forma circolare;
  • I Bordi sono irregolari, difficili da distinguere e da definire;
  • Il Colore non è uniforme;
  • Il Diametro supera i 6 mm;
  • Si nota un’Evoluzione nella forma, colore e dimensione del neo;

Queste semplici regole possono essere seguite da tutti e la maggior parte delle volte sono un valido aiuto per prevenire o diagnosticare precocemente il melanoma.
ontaneamente.

Prof. Nicola Mozzillo
Chirurgia generale

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies