Osteopatia e oftalmologia, due trattamenti quasi sconosciuti

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 14/11/2018
Editor: Top Doctors®

L’osteopatia continua ad essere poco conosciuta nel mondo dell’oculistica, anche se comune per la sua cura della vista. Infatti offre ottimi risultati per il trattamento della miopia, dell’ipermetropia, dell’astigmatismo, dello strabismo e del glaucoma.

Cause della miopia, dell'ipermetropia e dell'astigmatismo

Nel trattamento della miopia, dell’ipermetropia, e dell’astigmatismo, l’osteopatia contribuisce a migliorare i difetti della vista, lavorando su ognuno delle ossa che formano l’orbita dell'occhio insieme alla lente oculare. Il sintomo principale per individuare il problema della deformazione del bulbo oculare è la vista sfocata o distorta. Le cause principali che possono dare origine a questa deformazione di solito sono le azioni fatte in gravidanza. Inoltre può capitare che le ossa del cranio si comprimano, provocando così alterazioni muscolari, dei nervi, o delle arterie, con conseguenti difetti della vista.

Nel caso dell’astigmatismo, dovuto ad alcune irregolarità della curva dell’occhio, la forma sferica si altera e diventa più ellittica ed ovale. L’astigmatismo può essere associato alla miopia, all’ipermetropia e ad altri motivi isolati tra loro.

L’osteopatia come trattamento

Nel caso dell’osteopatia il medico specializzato lavora su ogni osso del cranio con l’obbiettivo di liberare tutte le tensioni suturali, muscolari, arterovenose o della struttura nervosa. In questo modo si ridarà all’occhio la sua forma sferica e la sua funzione completa, così come una migliore posizione dell’asse dell’occhio. Per evitare complicazioni, è importante di trattare il problema molto presto, quando si è ancora bambini, possibilmente prima dei sette anni.

Altri problemi della vista come la cataratta precoce o la presbiopia possono essere risolti dall’osteopatia aiutando il paziente nel livello di vascolarizzazione dell’occhio, diminuendo così il deterioramento della cornea. Nel caso del glaucoma, chiamato anche tensione intraoculare, l’osteopatia fa in modo di favorire il drenaggio del sangue diminuendo così la pressione dell’occhio.

L’osteopatia craniale può liberare può liberare tensioni nel retro dell’occhio, attuando le ossa dell’orbita e la membrana intracraniale, migliorando la sua forma in modo molto efficiente. L’osteopata in questione deve essere molto qualificato per venire incontro ai problemi del paziente. Per capire la patologia sono necessari diversi test. In seguito se necessario verranno prescritti esercizi e terapie specializzate.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Oculistica


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies