Coronavirus (COVID-19) : verifica tutti gli aggiornamenti sulla pagina web ufficiale. Informazioni Leggi articoli correlati

Problemi cardiaci: quando la colpa è della tiroide

Autore: Dott. Maurizio Baroni
Pubblicato:
Editor: Marta Buonomano

Il nostro esperto in Cardiologia a Bologna, il Dott. Maurizio Baroni, ci spiega in che modo le patologie della tiroide possono influenzare la nostra salute cardiaca e cosa bisogna fare per evitare problemi al cuore

Cuore e tiroide: qual è la relazione?

ragazza che si tocca il pettoLe patologie che interessano la ghiandola tiroide sono di frequente riscontro e risultano molto più comuni nel sesso femminile. Esiste una stretta correlazione tra tiroide e cuore: le alterazioni della funzionalità di questa ghiandola sia in caso di eccesso di funzione (ipertiroidismo) che di deficit (ipotiroidismo) possono determinare infatti importanti ripercussioni sul sistema cardiocircolatorio. Il quadro clinico è generalmente in rapporto all’entità delle alterazioni ormonali e se lievi variazioni possono anche risultare asintomatiche, un franco distiroidismo provoca sintomi evidenti.

Ipertiroidismo: come si riflette sul cuore?

In caso di ipertiroidismo, le cui cause principali sono il morbo di Basedow (malattia autoimmune),  le tiroiditi, l’adenoma tiroideo o farmaci, aumenta significativamente il metabolismo e i principali effetti sull’apparato cardiocircolatorio sono rappresentati dall’aumento della frequenza cardiaca (tachicardia sinusale) e della pressione arteriosa sistolica (mentre la pressione diastolica diminuisce per la vasodilatazione), con significativo incremento del lavoro del cuore che può portare anche ad un quadro particolare di scompenso cardiaco. Molto frequenti sono le aritmie tra cui le extrasistoli e soprattutto la fibrillazione atriale.

Cosa si può fare in caso di ipertiroidismo?

È necessario in primo luogo somministrare farmaci per contrastare l’eccessiva produzione di ormoni tiroidei, ma vengono utilizzati anche farmaci per ridurre la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa o per curare lo scompenso.

Come influisce l’ipotiroidismo sulla salute cardiovascolare?

ragazza che si tocca il colloIn caso di ipotiroidismo, le cui cause principali sono la carenza di iodio, la tiroidite cronica autoimmune, l’esito della rimozione chirurgica della tiroide o della terapia con radioiodio o farmaci, si riduce il metabolismo e a livello dell’apparato cardiocircolatorio si determina una riduzione della frequenza cardiaca e un aumento della pressione diastolica per la vasocostrizione, condizioni che possono portare allo scompenso cardiaco. Più raro è il riscontro di versamento pericardico. L’ipotiroidismo comporta un aumento del rischio di malattia coronarica (angina pectoris e infarto) anche per un incremento dei valori di colesterolo, che spesso è presente.

Ipotiroidismo e problemi di cuore: cosa prevede la terapia?

La terapia consiste nella somministrazione di ormone tiroideo per controbilanciare l’inadeguata produzione da parte della tiroide; vengono inoltre somministrati farmaci per controllare i valori pressori e il colesterolo o per lo scompenso cardiaco o per la coronaropatia.

Dott. Maurizio Baroni
Cardiologia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies