Protesi del ginocchio ed innovazioni

Autore: Prof. Gennaro Pipino
Pubblicato: | Aggiornato: 13/11/2018
Editor: Top Doctors®

Ogni anno in Italia si eseguono oltre 100 mila interventi di protesi d'anca e quasi 50 mila di ginocchio. Uno dei principali obiettivi dei Chirurghi Ortopedici è fare in modo che i pazienti possano tornare in breve tempo ad una mobilità soddisfacente, senza dolori e fastidi. Il Prof. Gennaro Pipino, esperto in Ortopedia e Traumatologia a Bologna, ci parla delle possibilità offerte dalla chirurgia moderna

 

 

1) Quali sono i problemi più frequenti per i quali ci si rivolge al Chirurgo Ortopedico?

In linea generale, ogni fascia d'età ha dei problemi specifici: i giovani tra i 15 ed i 30 anni sono soggetti a lesioni o rottura di menisco e legamenti; tra i 30 ed i 60 anni sono frequenti le patologie provocate da traumi; dopo i 60 anni prevalgono le forme degenerative, che portano all'artrosi con immobilità e dolori sempre più forti.

 

2) Cosa prevede la terapia di queste patologie?

La terapia prevede diversi livelli di trattamento. Per le piccole lesioni della cartilagine, l'intervento d'elezione è il trapianto di tessuto. Quando la lesione non supera i 3.5-4 cm, infatti, i risultati dati dal trapianto di cartilagine sono eccellenti. In questi casi, effettuo il trapianto Joint Rep con microfractures, tecnica da me ideata.

Per le lesioni più estese, invece, si ricorre alle miniprotesi o alle protesi totali, dipendentemente dalla gravità del caso. Se ad essere usurato è uno solo dei due comparti che formano l'articolazione (la parte interna o la parte esterna), si può ricorrere ad una protesi mono-compartimentale. Se è l'intera articolazione ad essere compromessa, occorre una protesi totale: si tratta di un intervento più invasivo, ma che oggi dà risultati ottimi e duraturi, anche oltre i 30 anni.

 

3) Quando va sostituita la protesi del ginocchio?

Il suggerimento è quello di sottoporsi ad un esame radiografico e ad una visita dall’Ortopedico ogni 4 o 5 anni dopo l'intervento. In questo modo, sarà possibile intervenire tempestivamente con la sostituzione delle protesi in caso di necessità. Non bisogna mai aspettare di sentire dolore: quando il ginocchio fa male si è già ad uno scollamento avanzato della protesi.

 

Editor Karin Mosca

Prof. Gennaro Pipino
Ortopedia e Traumatologia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies