Protesi di spalla: quali sono i vantaggi della navigazione computer-assistita?

Autore: Dott. Stefano Urgelli
Pubblicato:
Editor: Marta Buonomano

Il futuro delle protesi alla spalla prevede l’impianto con navigazione GPS! Di cosa si tratta di preciso e quali sono i suoi benefici? Abbiamo deciso di chiedere un parere al chirurgo che, al giorno d’oggi, detiene il record del centro e sud Italia di interventi eseguiti con questa nuova tecnologia: il Dott. Stefano Urgelli, esperto in Ortopedia e Traumatologia a Siena!

Navigazione computer-assistita nella chirurgia protesica di spalla: di cosa si tratta?

ragazza con la spalla scopertaÈ una metodica innovativa, adatta a tutti i pazienti ma soprattutto ai casi più complessi, che consente di eseguire un “impianto protesico virtuale” su un esame TC pre-operatorio.  L’intervento è quindi simulato fino a che il Chirurgo non è soddisfatto del risultato. Solo allora viene tradotto in realtà in Sala Operatoria grazie ad uno strumentario speciale che guida la mano del chirurgo nel replicare esattamente quanto pianificato. 

Qual è il ruolo del chirurgo durante l’esecuzione di questa tecnica?

Le nuove tecnologie rendono possibili risultati fino a qualche anno fa impensabili e consentono di esaltare le capacità individuali del Chirurgo, in quanto lo aiutano a tramutare in realtà le sue idee e la sua esperienza. In parole più semplici: se non sai dove andare un navigatore non ti porterà da nessuna parte, Dott. Urgelli durante l'impianto di una protesi di spallama se hai ben chiaro il risultato che vuoi raggiungere questo sistema ti aiuterà in modo notevole nel raggiungere l’obiettivo.

Quali sono i vantaggi di questa tecnica?

Questa tecnica consente di migliorare la precisione nell’impianto della protesi con vantaggi in termini di risultato funzionale e durata dell’impianto. Ad oggi, non ho riscontrato nessuno svantaggio. Rispetto ad un impianto tradizionale prevede l’applicazione, durante l’intervento, di un sensore sull’osso della scapola che consente al computer di “vedere” la posizione della spalla nei 3 piani dello spazio, in modo da guidare la mano del chirurgo con precisione millimetrica.

Dott. Stefano Urgelli
Ortopedia e Traumatologia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies