Qaundo l'acne si trasforma in un problema serio

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

La pelle è l'organo più esteso del nostro corpo, che può riscontrare gravi problemi al livello dell'epidermide, il suo strato più esterno. Questi problemi sono dovuti alla produzione di ghiandole sebacee, che formano l'acne. Questo disturbo e i suoi trattamenti sono spiegati dal nostro esperto in dermatologia

Cos'è l'acne?

L’acne è un’infiammazione cronica dell’unità pilo-sebacea del viso e della parte superiore del tronco. In tutte le zone dove sono presenti le ghiandole accanto alla peluria, possono nascere delle papule rosse, dei grumi di pus e dei puntini neri. È quel che comunemente si possono chiamare brufoli.

È il disturbo più frequente che colpisce la pelle: infatti tra l’80% e il 90% delle persone ne soffre in misura maggiore o minore, e che il 25% di questi consulta un dermatologo. L’età media in cui si presenta con più intensità questo problema è dai 14 ai 16 anni.

Ultimamente si sta notando un aumento dei casi in età avanzata, soprattutto per le donne. Non è più raro ormai vedere donne che soffrono di questo problema all’età di 40 anni.

Perché appare l’acne?

L’acne appare per una serie di motivi collegati tra loro. Il primo di questi può essere causato dagli ormoni sessuali maschili, gli androgeni, che inducono a una produzione eccessiva di sebo. Successivamente si può produrre un aumento di cheratina nel follicolo pilifero, che impedisce la corretta espulsione del sebo e porta all’ostruzione della ghiandola. Una batterio piò assediarsi in quel momento, tra il grasso e la cheratina, chiamato Propionibacterium acnes. Moltiplicandosi, il batterio scatena l’infiammazione.

Nelle donne adulte, nella maggior parte dei casi giocano un ruolo cruciale fattori ormonali, che appaiono come “sindrome di androgenizzazione”. Dal 10% al 20% delle donne soffrono di questo problema clinico insieme all’aumento di pelle grassa, l’aumento dei capelli o la loro perdita.

Come curare l’acne

Il trattamento dell’acne serve a correggere i fattori che contribuiscono al suo sviluppo. Per questo occorre: regolare la secrezione sebacea, evitare l’ostruzione dei follicoli e diminuire la presenza dei batteri. La quantità e l’intensità degli aiuti terapeutici collegati all’intensità dell’acne. Il trattamento dell’acne deve cominciare appena appaiono i primi sintomi per evitare i fastidi che possono procurare, come ad esempio lasciare delle cicatrici permanenti.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Dermatologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies