Targeted Therapy: una terapia mirata contro i tumori

Autore: Dott. Sergio Del Bianco
Pubblicato: | Aggiornato: 13/11/2018
Editor: Top Doctors®

Il Dott. Sergio Del Bianco, esperto in Oncologia Medica a Roma, ci parla della Targered Therapy, una terapia di precisione studiata sulle caratteristiche biomolecolari del tumore

 

 

1) Dott. Sergio Del Bianco, cos’ è la Targeted Therapy, o terapia a bersaglio molecolare?

Il concetto di “Terapia Target”, come spesso viene chiamata la Targeted Therapy, è quello di una terapia oncologica mirata su un bersaglio molecolare della cellula tumorale. In pratica, si tratta di una serie di molecole costruite per bloccare quelle proteine che, a vario livello, sono responsabili dei vari aspetti della malignità cellulare. Il “bersaglio molecolare” è pertanto fondamentale nella caratterizzazione della malattia, diventando parte essenziale della diagnosi istopatologica iniziale di molti tumori.

 

2) Quali sono le caratteristiche dei farmaci Targeted?

Come anticipato, i farmaci Targeted (spesso definiti dai pazienti “Farmaci Biologici”, per differenziarli dalla Chemioterapia) sono proteine che hanno la capacità di interferire con diverse molecole, sia della superficie della cellula che intracellulari. L’effetto è quello di inattivare (o, usando un linguaggio figurato, “disinnescare”) quelle proteine a loro volta responsabili della caratteristica di “malignità” della cellula tumorale. Altra caratteristica molto importante è che sono farmaci rivolti a quei pazienti il cui tumore ha quelle precise caratteristiche biomolecolari, per cui la percentuale di successi terapeutici è maggiore rispetto alla Chemioterapia, in genere usata in modo più incondizionato.

 

3) Quali sono i vantaggi della Targeted Therapy?

In conseguenza di quanto già detto, i vantaggi riguardano anzitutto la possibilità di effettuare una terapia di precisione (Precision Medicine), più calzante sulle caratteristiche di “quello specifico Tumore” in “quello specifico paziente”. Altro vantaggio, è quello sicuramente di una minore tossicità sui pazienti, rispetto mediamente ad una Chemioterapia tradizionale.

Altro vantaggio ulteriore è quello, in molti casi, di essere una terapia orale, e quindi domiciliare, senza necessità di recarsi periodicamente in Ospedale/Clinica per l’infusione.

 

4) Per quali tipi di tumori è indicata la Targeted Therapy?

La Targeted Therapy è praticamente utilizzata oggi in tutti i tipi di tumore. Esistono ormai oltre 20 diversi Farmaci Target già approvati, ed almeno altrettanti in cui, pur evidenziandosi l’efficacia specifica, attendono purtroppo l’indicazione da parte del nostro Sistema Sanitario.

Si va, infatti, sempre più realizzando un trattamento orientato alla caratteristica biomolecolare del tumore, più che al suo tipo istologico. Per cui avviene che una molecola, inizialmente individuata per quella caratteristica biologica di un dato tumore, si scopra (e non è difficile intuirlo) efficace per un altro tipo di tumore, ma con la stessa caratteristica biomolecolare.

 

5) La Targeted Therapy causa effetti collaterali?

Come tutti i trattamenti efficaci, anche la Targeted Therapy è gravata da effetti collaterali che, però, sono indubbiamente molto meno pesanti di quelli prodotti dalla Chemioterapia.

In pratica, è un trattamento realizzabile (sotto adeguata guida dell’Oncologo), a livello domiciliare.

 

Editor Karin Mosca

Dott. Sergio Del Bianco
Oncologia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies