Tutto ciò che desiderate sapere sulla mammografia

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

I migliori esperti in Radiologia ci parlano della mammografia, risolvendo tutti i dubbi a proposito di questo esame diagnostico.

 

Che cos’è la mammografia?

La mammografia è una tecnica di diagnosi per immagine, che consiste nello studio radiologico della mammella tramite l’utilizzo di raggi X a bassa intensità. Grazie a questa tecnica, è possibile ottenere un’immagine della mammella, fondamentale per la diagnosi delle patologie del seno. Inoltre, è utilissimo per individuare il cancro al seno in fase iniziale.

 

In che cosa consiste una mammografia?

La mammografia si realizza in ambulatorio da un personale tecnico altamente qualificato (tecnico in radiologia), e, posteriormente, verrà analizzata da un esperto in patologie del seno.

Il macchinario utilizzato per effettuare una mammografia si chiamano mammografo, un apparato creato appositamente per fare mammografie.

Per realizzare una mammografia, il tecnico collocherà il seno della paziente su una piattaforma di plastica, e la comprimerà con una placca dello stesso materiale. In questo modo, si otterranno delle immagini del seno da angoli differenti.

Nonostante la compressione della mammella possa originare un poco di dolore, è necessario effettuarla per diminuire la grandezza del seno, con la quale si ottengono delle immagini di qualità migliore e, allo stesso tempo, si riduce la dosi di radiazioni nel tessuto mammario.

L’esame dura all’incirca 20 minuti.

 

Perché sottoporsi ad una mammografia?

La mammografia si usa per fare una diagnosi delle malattia del seno, ma, è principalmente importante per l’individuazione del cancro al seno nelle donne che non presentano sintomi.

Esistono numerosi studi che dimostrano che scoprire un cancro al seno in fase iniziale diminuisce il tasso di mortalità di circa un 45%.

Gli esperti consigliano di sottoporsi ad un esame mammografico almeno una volta l’anno.

Oltre che ad essere utilizzata per identificare un cancro al seno in fase iniziale, la mammografia gioca un ruolo molto importante nel monitoraggio delle pazienti a cui è stato diagnosticato un tumore al seno.

 

Quali sono i benefici della mammografia?

Il principale beneficio è che aiuta ad individuare precocemente il cancro al seno nelle donne che non presentano sintomi, che si traduce in una considerabile riduzione del tasso di mortalità.

Inoltre, individuare un cancro in fase iniziale significa poter realizzare trattamenti meno aggressivi, che permetteranno di evitare l’amputazione della mammella, con un conseguente aumento della qualità di vita del paziente.

 

Quali sono i rischi della mammografia?

Il rischio principale della mammografia è l’uso di radiazioni ionizzanti (raggi X) e il conseguente assorbimento di una quantità di radiazioni dal tessuto mammario.

Però, il rischio che i raggi X creino problemi di salute è decisamente inferiore del beneficio di una precoce individuazione di un eventuale cancro al seno.

Inoltre, non esistono studi scientifici che dimostrano che una dose così piccola di radiazioni possa creare reali danni alla salute.

 

 

Articolo redatto con la collaborazione del Dottor Pedro Ensunza Lamikiz, radiologo

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Radiologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies