Una terapia psicologica per curare l'obesità

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 18/11/2017
Editor: Top Doctors®

L’epoca odierna si caratterizza per il raggiungimento di una corporatura snella e magra a tutti i costi e le ragioni di tale fenomeno sono puramente estetiche. La magrezza è una condizione di base per potersi sentire accettati dalla società e, quindi, da sé stessi. Tutto questo ha delle ripercussioni psicologiche sul soggetto sovrappeso e risulta indispensabile analizzare le problematiche specifiche per poterle superare. Il nostro esperto in Psicologia affronta in maniera più dettagliata le problematiche legate all’obesità

L’obesità si presenta quando vi è un eccesso di tessuto adiposo e, quindi, di tessuto corporeo. Generalmente si definisce ‘obeso’ un soggetto il cui peso supera del 20% quello ideale (calcolato in funzione di altezza, corporatura, sesso ed età). 

 

Obesità: un problema sociale

Viviamo in una società in cui la magrezza è percepita come un valore, al contrario dell’obesità che, invece, è vista in maniera completamente diversa. Essere obesi costituisce uno dei problemi più seri ai giorni d’oggi. La pressione sociale contro l’obesità è talmente diffusa che tutti noi conosciamo persone che si vergognano del proprio peso (reale o presunto) o che stanno seguendo una particolare dieta per dimagrire. È innegabile che esiste un rifiuto generalizzato dell’obesità, considerata come la conseguenza di un vizio, e che i soggetti obesi siano considerate persone deboli e incapaci di badare a sé stessi. Tale attenzione eccessiva verso il volume del corpo presenta inevitabili ripercussioni personali e affettive.

 

Trattamento multidisciplinare dell’obesità

Rispetto ai soggetti con un peso equilibrato, i soggetti sovrappeso presentano maggiori probabilità di sviluppare disturbi psicologici poiché dispongono di un’autostima molto bassa. Nonostante siano sottovalutati, gli aspetti psicologici e familiari giocano un ruolo decisivo nello sviluppo e nel mantenimento dell’obesità e, pertanto, vanno tenuti in considerazione. Grazie alla terapia psicologica, lo psicologo aiuta a rafforzare le capacità necessarie al perseguimento di una dieta (autocontrollo, abitudini di vita salutari, assertività, come prevenire le ricadute, ecc.) e a non recuperare il peso perduto. Allo stesso tempo, la terapia psicologica è importante per analizzare determinati aspetti personali resi fragili dal sovrappeso, ovvero autostima, relazioni sociali, stato d’animo o ansia.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Psicologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies