Artrosi del ginocchio

Specializzazione di Ortopedia e Traumatologia

Cos’è l’artrosi del ginocchio?

L’artrosi del ginocchio è una patologia articolare, che consiste principalmente nella lacerazione della cartilagine articolare, che può essere progressiva. Questa patologia può colpire qualsiasi articolazione, ma, di norma, soprattutto la colonna vertebrale, le mani, le ginocchia e le anche. La patologia di per sé non è esclusiva della vecchiaia, perciò chiunque può soffrirne. Tuttavia, la frequenza delle persone affette aumenta con l’avanzare dell’età, sebbene sia più comune nelle donne e nelle persone geneticamente predisposte. Sebbene molti di questi fattori non siano modificabili, è possibile comunque evitare il manifestarsi di questa patologia e il suo progredire. Esistono due tipi di artrosi del ginocchio, l’artrosi primaria, collegata all’invecchiamento e l’artrosi che si verifica in seguito a una lesione precedente, come una frattura, e che colpisce persone che praticano attività fisica ad alti livelli o persone obese.

Prognosi dell’artrosi del ginocchio

Sebbene, in generale, l’artrosi non sia una patologia grave, è possibile che, a lungo andare, essa possa influire negativamente sulla qualità della vita delle persone affette. La prognosi dipende molto dal tipo di patologia e dalla sua evoluzione. È importante eseguire una diagnosi precoce, poiché tale fattore, insieme alle misure di prevenzione articolare, può contribuire a rallentare l’evoluzione e lo sviluppo della patologia. Il dolore e la mancanza di mobilità sono i principali fattori che incidono sulla qualità della vita del paziente, che, di conseguenza, viene compromessa. La patologia colpisce in maggior proporzione le persone al di sopra dei 50/60 anni. Ciò può favorire il sedentarismo di questi individui e favorire l’obesità, il manifestarsi di fattori di rischio di patologie, come l'ipercolesterolemia, l’ipertensione o il diabete, tra le altre malattie.

Sintomi dell’artrosi del ginocchio

I segni e le manifestazioni dell’artrosi sono vari, progressivi e compaiono in maniera sporadica nel tempo. Il sintomo più comune è il dolore articolare, oltre a una limitazione dei movimenti delle articolazioni, accompagnati da crepitii e, a volte, dal cosiddetto versamento articolare. Vi sono casi in cui le persone presentano rigidità e deformazioni articolari. Il sintomo più preoccupante è il dolore. A un primo stadio, la malattia si manifesta quando la persona si muove o cerca di compiere uno sforzo con l’articolazione colpita. Il dolore scompare con il riposo. Tuttavia, lo sviluppo della patologia fa sì che il dolore compaia sia quando si realizza un movimento, sia quando si è a riposo. Uno dei fattori positivi del dolore articolare è che non è costante, per cui il paziente può trascorrere periodi anche lunghi senza avvertire dolore, sebbene ciò non significhi che nel frattempo la malattia non stia progredendo.

Diagnosi per l’artrosi del ginocchio 

La diagnosi dell’artrosi è complessa. In primo luogo, è bene sottolineare che essa non può avvenire mediante una radiografia, ma è necessario eseguire un’anamnesi corretta e una visita medica. Nei casi in cui il paziente presenti gonfiore al ginocchio, lo specialista può decidere di estrarre il liquido articolare per analizzarlo e confermare la diagnosi. A parte le radiografie, la TAC o la risonanza magnetica possono essere esami complementari per diagnosticare l’artrosi.

Quali sono le cause dell’artrosi del ginocchio?

La o le cause dell’artrosi sono ancora sconosciute al giorno d’oggi. Tuttavia esistono una serie di fattori di rischio associati alla sua comparsa:

  • Sesso: l’artrosi colpisce specialmente le donne tra i 50 e i 55 anni
  • Età: la probabilità di soffrire di artrosi aumenta in modo esponenziale a partire dai 50 anni
  • Genetica: può essere una malattia ereditaria
  • Attività lavorativa: la ripetizione costante di movimenti articolari può sovraccaricare l’articolazione.
  • Attività fisica intensa
  • Menopausa: la diminuzione dei livelli di estrogeni costituisce un fattore di rischio per lo sviluppo di questa patologia
  • Obesità: può aggravare l’artrosi in articolazioni come le ginocchia
  • Traumi: fratture e lesioni possono scatenare l’artrosi

Si può prevenire?

La misura principale da adottare per cercare di prevenire la comparsa dell’artrosi è semplice: seguire una dieta sana ed equilibrata, come potrebbe essere la dieta mediterranea, oltre a praticare regolarmente e in maniera moderata attività fisica adatta all’età e allo stato fisico della persona. È raccomandabile limitare lo sforzo fisico intenso, come sollevare o trasportare oggetti pesanti. Sport di contatto, come il calcio e il rugby non sono raccomandabili per le persone affette da artrosi, poiché essi possono scatenare la malattia. I calciatori sono, infatti, uno dei gruppi maggiormente colpiti da questa patologia, a causa delle frequenti lesioni del menisco.

Trattamenti per l’artrosi del ginocchio

L’obiettivo principale del trattamento dell’artrosi è migliorare il dolore e l’incapacità funzionale, senza dar luogo a effetti collaterali che possono colpire il paziente. Il primo passo è la presa di coscienza, giacché evitare i fattori di rischio è fondamentale per scongiurare la patologia o per far sì che i suoi effetti siano il meno invalidanti possibili. A sua volta, il paziente avrà uno schema di esercizi personalizzato che dovrà realizzare con il fisioterapista per migliorare la sua condizione.

  • Antinfiammatori e/o analgesici: nei casi in cui il dolore sia troppo acuto, a causa dell’infiammazione dell’area in questione. In questi casi si possono prescrivere antinfiammatori o analgesici per ridurre l’infiammazione e alleviare il dolore
  • Farmaci condroprotettori: sono specifici per il trattamento a lungo termine dell’artrosi, poiché agiscono direttamente sull’articolazione. Alleviano il dolore e migliorano la mobilità, oltre ad attaccare la malattia alla radice, rallentandone la progressione. Nei condroprotettori è contenuta la glucosamina, l’acido ialuronico…
  • Chirurgia: nel caso in cui la malattia sia ad uno stadio molto avanzato, si può optare per la chirurgia protesica e, nel caso specifico, per una protesi del ginocchio, sia parziale che totale.

A quale specialista rivolgersi?

Al momento di trattare l’artrosi del ginocchio, il paziente ha diverse opzioni a disposizione, poiché esistono diversi specialisti in grado di trattarla, come i Traumatologi, i Reumatologi, i fisioterapisti, gli specialisti in Medicina Rigenerativa… Tuttavia, al momento della diagnosi, è bene sottolineare che il Traumatologo è lo specialista delle ossa e il Reumatologo quello dell’apparato locomotore ed è perciò lui ad occuparsi del trattamento dell’artrite in una prima fase.

Video collegati a Artrosi del ginocchio


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies