Bulimia Nervosa

Specializzazione di Dietologia

Che cos’è la Bulimia Nervosa?

La Bulimia Nervosa è un disturbo del comportamento alimentare che porta il soggetto ad ingerire grandi quantità di cibo e in seguito a neutralizzare le calorie ingerite a causa dei forti sensi di colpa. Tra i comportamenti più comuni di chi soffre di bulimia nervosa ci sono il vomito autoindotto, l’assunzione di grandi quantità di lassativi e diuretici, il ricorso a una dieta ferrea durante alcuni giorni e l’esercizio fisico estremo.

Quali sono i sintomi?

Chi soffre di Bulimia Nervosa generalmente si vergogna delle proprie abitudini alimentari e per questo motivo crisi di fame avvengono in solitudine. Tra i sintomi più ricorrenti di questa patologia ci sono: 

  • Abbuffate ricorrenti accompagnate dalla sensazione di perdita di controllo
  • Comportamenti neutralizzanti che seguono le crisi di fame, come il vomito autoindotto o l’uso di lassativi
  • Esercizio fisico eccessivo o giorni di digiuno
  • Preoccupazione ossessiva per l’aumento di peso 

Il vomito autoindotto è la caratteristica principale con cui individuare la Bulimia Nervosa, questo perché non solo si ricorre ad esso in seguito ad una crisi di fame, ma spesso ne rappresenta l’effetto ricercato: la persona bulimica si abbuffa per vomitare o addirittura vomita per l’ingerimento di piccole quantità di cibo. Nei casi più avanzati il paziente riesce a vomitare a comando.

Quali sono le cause?

Gli studi sulla Bulimia Nervosa hanno osservato che le cause che stanno alla base di questa patologia sono prevalentemente due, quelle psicologiche e i cosiddetti “fattori ambientali”.  Tra i fattori psicologici che possono influire sulla bulimia ci sono: 

  • Le persone con difficoltà a gestire lo stress
  • Le persone con una bassa autostima
  • Le persone che tendono a soffrire d’ansia e depressione
  • Chi soffre di disturbi ossessivo-compulsivi o da stress post-traumatico
  • Chi soffre di disturbi di personalità

Per quanto riguarda i fattori ambientali, ovvero quelle circostanze, eventi o abitudini che influiscono sul comportamento umano, l’ossessione per la magrezza tipica dei paesi industrializzati è sicuramente quello più importante. Altri fattori possono essere: 

  • Vivere in un ambiente lavorativo dove è richiesto un fisico estremamente magro, come ad esempio modelli e modelle che sfilano o chi pratica la ginnastica artistica 
  • Lo stress causato dalla morte di una persona cara, dal cambiare città o scuola, dalla perdita del lavoro o dalla fine di una relazione
  • I cambiamenti anatomici che caratterizzano l’adolescenza
  • Familiari affetti da bulimia o anoressia
  • Violenze fisiche o abusi sessuali subiti

Come si cura?

La Bulimia Nervosa può essere curata in due modi: con la prescrizione di particolari antidepressivi che riducono drasticamente la frequenza delle crisi di fame e del vomito e attraverso una terapia psicologica. Con la terapia farmacologica, nonostante i risultati scientificamente riconosciuti a breve termine, non è possibile garantire la piena guarigione del paziente e l’assenza di rischio di ricadute. La terapia più efficace è quindi quella psicoterapica effettuata in un centro multidisciplinare specializzato, in cui collaborano nutrizionisti e psicologi: come per l’Anoressia, la terapia cognitivo-comportamentale ha l’obiettivo di prevenire le ricadute e mantenere i risultati ottenuti durante tutte le fasi della riabilitazione.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies