Chiropratica

Che cos’è la chiropratica?

La chiropratica è una disciplina che, attraverso manipolazioni e trattamenti fisici, si occupa di diagnosticare, trattare e prevenire i problemi del sistema muscolo-scheletrico e i disturbi che possono intaccare la funzione del sistema nervoso e la salute in generale. La chiropratica pone particolare attenzione al rapporto del sistema nervoso con altri sistemi, con rispetto all'equilibrio generale del corpo.

In cosa consiste?

La chiropratica consiste nel regolare i segmenti della colonna vertebrale colpita dalla sublussazione vertebrale, per riportare la normalità funzionale della colonna, eliminando le interferenze prodotte nel sistema nervoso. I metodi che gli esperti chiropratici utilizzano sono piccoli tocchi su un punto chiave, così come la pressione lieve e dolce sulle articolazioni colpite.

Questo si deve fare su lettini studiati appositamente per realizzare le regolazioni in diverse posture, in base alla respirazione o ai movimenti, al fine di poter intervenire sulla colonna vertebrale, sul cranio o su altre parti del corpo.

Perché si esegue?

La chiropratica si basa sul principio che il sistema nervoso centrale e la colonna vertebrale debbano essere perfettamente in equilibrio per funzionare bene e contribuire al benessere psicofisico della persona. Il sistema nervoso è protetto dalle ossa del cranio e della colonna vertebrale, essendo quest'ultima l'asse centrale del sistema locomotore. Da lì si estende una rete nervosa che attraversa il corpo. I 26 segmenti che compongono la spina dorsale hanno una certa plasticità e flessibilità ma, nel tempo, possono vedere alterata la loro capacità funzionale.

Quando questo accade, si hanno interferenze nel sistema nervoso, che non può più funzionare normalmente: questa disfunzione è conosciuta come “sublussazione vertebrale”. In questi casi ci si deve rivolgere ad uno specialista chiropratico. È anche raccomandato per i pazienti con dolore alla schiena, semplice o non specifico, ma anche per dolori al collo e mal di testa.

Preparazione per la chiropratica

È molto importante consultarsi con il medico prima di consultare un chiropratico, in quanto ci sono fattori che possono influire sul trattamento. Quindi:

  • Le persone con disturbi emorragici o che prendono anticoagulanti potrebbero accrescere il rischio di ictus se viene manipolata la colonna vertebrale;
  • Non è raccomandata per le persone con osteoporosi grave o in donne con ossa deboli a seguito di un trattamento per cancro, perché ci può essere il rischio di frattura durante la chiropratica;
  • Non è raccomandata neanche se il paziente nota intorpidimento, formicolio o perdita di forza in un braccio o in una gamba, nel caso in cui soffra di cancro alla colonna vertebrale o di instabilità della colonna.

Tuttavia, in generale, non è necessaria alcuna preparazione speciale prima della manipolazione chiropratica, a prescindere dai fattori sopra menzionati.

Recupero post trattamento

La guarigione tramite chiropratica utilizza tecniche sicure e di solito non provoca effetti collaterali. Tuttavia, alcune persone accusano mal di testa, stanchezza o dolore nelle parti trattate del corpo (schiena, collo e testa). In generale, è raro che intervengano complicazioni gravi a seguito di aggiustamenti chiropratici, specialmente se questi sono eseguiti da uno specialista addestrato. Se si verifica un'ernia al disco, o c'è una compressione dei nervi della colonna vertebrale inferiore o una dissezione dell'arteria vertebrale (incidente cerebrovascolare), è essenziale rivolgersi a un medico.

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle la pubblicità relativa alle sue preferenze, nonché analizzare le sue abitudini di navigazione. L'utente ha la possibilità di configurare le proprie preferenze QUI.