Condromalacia

Specializzazione di Ortopedia e Traumatologia

Che cosa è la condromalacia?

La condromalacia, nota anche come condromalacia rotulea e condromalacia patellare, consiste nella degenerazione della superficie cartilaginea che riveste la parte posteriore della rotula. È comune tra i giovani adulti, soprattutto tra coloro che praticano sport che implicano un grande impatto sulle ginocchia, come basket, pallavolo, calcio, ciclismo, tennis o corsa, e tra le persone obese.

Quali sono i sintomi?

La malattia provoca dolore sordo intorno o dietro la rotula, in misura maggiore o minore, a seconda del caso. A volte i sintomi possono essere diversi, confusi e di intensità variabile, anche se quelli che i pazienti riferiscono maggiormente sono: dolore difficile da localizzare e progressivo, sensazione di fallo del ginocchio, rumori o scricchiolii che originano quando la cartilagine si rovina e, infine, piccole perdite di fluido articolare in risposta al degrado della cartilagine.

Cause della condromalacia

Le cause della condromalacia sono molteplici: può generarsi a seguito di una lesione acuta della rotula o per frizione cronica tra rotula e articolazione del femore al muoversi del ginocchio. Frequentemente, le cause sono imputabili a: ginocchio valgo, rivolto verso l'interno; pratica di sport in modo intermittente; sovrappeso; vita sedentaria; mancanza di muscoli estensori; traumi successivi di bassa, media o alta intensità; un trauma diretto e molto forte; malattie come l'artrite reumatoide o alcune infezioni.

Si può prevenire?

Le misure da adottare per prevenire questo disturbo sono: l'uso di ginocchiere specifiche per questa condizione; la realizzazione di esercizi nel rispetto del ginocchio e in maniera graduale, con una bassa ampiezza (tra 10 e 15 gradi) e mantenendo la contrazione per più tempo; praticare stretching; usare calzature adatte. Inoltre, può essere di aiuto la pratica di esercizio aerobico come l'uso della bicicletta ellittica per ridurre l'impatto, anche se questa può non essere consigliabile nel caso in cui la condromalacia sia già presente.

Qual è il trattamento?

La scelta del trattamento dipenderà dalla causa. Tra le terapie disponibili rientrano massaggi, ultrasuoni, foratura a secco, radiofrequenza e rafforzamento del quadricipite. A volte si può ricorrere alla farmacologia, anche se nessun medicinale è in grado di ottenere la rigenerazione della cartilagine rigenerata, ma al più può aiutare a frenare l'usura. Anche coi fattori di crescita, che usano il plasma ricco di piastrine (PRP) si ottengono ottimi risultati. Sono, inoltre, altamente raccomandate le pratiche di esercizio fisico leggero come nuoto, pilates o stretching muscolare, sia degli ischio-tibiali che dei quadricipiti. Un'altra opzione sono le infiltrazioni di acido ialuronico.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies