Ecografia oculare

Cos'è l'ecografia oculare?

L’ecografia oculare è un test che viene eseguito per osservare l'area dell'occhio, le sue dimensioni e la sua struttura al fine di escludere possibili anomalie o patologie. Esistono due tipi di ecografia oculare:

  • Monodimensionale (A-Scan): il paziente si siede su una sedia, posiziona il mento su una superficie di supporto e guarda avanti. Una sonda viene posizionata contro la parte anteriore dell'occhio previa interposizione di gel;
  • Bidimensionale (B-Scan): il paziente è seduto e lo specialista può chiedergli di guardare in diverse direzioni con gli occhi chiusi. Un gel viene applicato sulla pelle delle palpebre e, successivamente, la sonda ecografica bidimensionale viene posizionata delicatamente contro di esse.

In cosa consiste?

È un metodo diagnostico che viene effettuato da uno specialista in oftalmologia e prevede l’applicazione di gocce anestetiche per intorpidire l’occhio e consentire il corretto posizionamento del trasduttore ad ultrasuoni. L'ecografia utilizza onde sonore ad alta frequenza che viaggiano attraverso l'occhio e i riflessi di queste onde formano un'immagine della struttura oculare. La durata della procedura è di circa 15 minuti.

Perché si esegue?

I pazienti che soffrono di cataratta o altre malattie degli occhi possono essere buoni candidati per sottoporsi a un'ecografia oculare, al fine di valutare le condizioni dell'occhio. Un'ecografia bidimensionale misura l'occhio per determinare la potenza appropriata di un impianto di lenti prima dell'intervento di cataratta, oltre ad esaminare la parte interna dell’organo o lo spazio dietro di esso. Il test può inoltre favorire la diagnosi di patologie come distacco della retina, tumori e altri disturbi oculari.

Preparazione per l’ecografia oculare

Un'ecografia oculare è un test diagnostico che non richiede una preparazione preliminare da parte del paziente.

Cosa si prova durante l'esame?

L’ecografia oculare prevede l’applicazione di gocce anestetiche, pertanto il paziente non proverà dolore durante l’esame. Inoltre, il gel utilizzato consente allo specialista di eseguire il test senza che il paziente provi alcun disagio. L’occhio recupererà la sua sensibilità dopo circa 15 minuti dall'applicazione del gel anestetico.

Significato dei risultati anormali

Un'ecografia oculare può mostrare la presenza di patologie e lesioni oculari come:

  • Sanguinamento vitreo che riempie la parte posteriore dell'occhio, una patologia nota come “emorragia vitreale”;
  • Cancro alla retina;
  • Danni o lesioni tissutali nella cavità ossea che circonda e protegge l'occhio;
  • Corpi estranei;
  • Separazione della retina dalla parte posteriore dell'occhio, nota anche come “distacco della retina”;
  • Gonfiore o infiammazione.
Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..