Eventrazione

Specializzazione di Chirurgia generale

Che cosa sono le eventrazioni?

Un’eventrazione è la fuoriuscita di una parte di un organo addominale (di solito un intestino) attraverso un foro nella parete addominale, che può risultare indebolito a causa di un precedente intervento chirurgico. L’eventrazione si manifesta sotto forma di protuberanza o deformità sotto la pelle della cicatrice, che si è chiusa male a causa di sanguinamento, ascesso o sforzo incontrollato. La complicanza principale si verifica quando l’organo viene strangolato dall’orifizio attraverso il quale fuoriesce interrompendo la circolazione sanguigna, nel qual caso è necessario un intervento chirurgico immediato. Esistono due tipi di eventrazioni:

  • Eventrazione cronica: è una protuberanza che varia in dimensioni e intensità. L’aumento delle dimensioni può avvenire lentamente.
  • Eventrazione acuta: è la separazione dei lembi di una ferita chirurgica suturata, esterna o meno.

Prognosi della malattia

La prognosi varia ed è difficile da stabilire in generale. Dipenderà sempre dalle dimensioni dell’eventrazione, dal processo che l’ha originata e dalla situazione basale del paziente.

Sintomi delle eventrazioni

In generale, un’eventrazione non causa sintomi, sebbene nel tempo possa aumentare di dimensioni e causare dolore durante l’esercizio fisico o dopo i pasti. Il sintomo principale è la presenza di una specie di tumore o deformità nella parete addominale in prossimità della cicatrice prodotta dal precedente intervento.

Benché possano anche non causare disagi, in alcuni casi si possono verificare episodi di incarceramento delle eventrazioni, ovvero di intrappolamento delle viscere in un foro ristretto. Ciò di solito causa dolore intenso nell’area, dolore addominale e anche febbre.

Esami per diagnosticare le eventrazioni

La diagnosi della malattia è di tipo clinico; pertanto, può essere sufficiente una visita presso lo specialista per decidere se sia necessario o meno un intervento chirurgico. In caso di dubbi è possibile effettuare degli esami di diagnostica per immagini, come l’ecografia o la tomografia computerizzata (TC).

Quali sono le cause delle eventrazioni?

Esistono diverse cause alla base della comparsa delle eventrazioni:

  • Cause correlate al paziente, come le circostanze che rendono difficile una corretta cicatrizzazione della ferita chirurgica, come per esempio l’obesità, una cattiva alimentazione, carenze vitaminiche, trattamenti con corticosteroidi, ecc.
  • Cause di tipo chirurgico, che si traducono in complicanze che influiscono sulla corretta chiusura e cicatrizzazione della ferita, come le infezioni della ferita causate da intervento chirurgico, una tensione eccessiva nella chiusura dei lembi, ecc.
  • Cause correlate al chirurgo, soprattutto in relazione alla chiusura della ferita. Esiste un consenso medico che spiega come deve essere eseguita la tecnica di chiusura della parete addominale al fine di minimizzare gli eventuali danni successivi e la comparsa di eventrazioni.

Si possono prevenire?

Queste patologie dipendono principalmente dall’intervento chirurgico eseguito in precedenza e dalla chiusura della ferita durante tale intervento. Pertanto, parte della prevenzione è nelle mani del chirurgo che esegue l’operazione. Vi sono anche delle abitudini poco sane in grado di influenzare negativamente lo sviluppo delle eventrazioni, oltre agli sforzi fisici, il sollevamento incontrollato di pesi e diverse patologie come l’obesità, la tosse cronica dei fumatori, la costipazione ecc.

Trattamenti per le eventrazioni

Il trattamento di questo tipo di patologie è chirurgico, benché sia stato dimostrato che più interventi chirurgici vengono eseguiti, peggiori saranno i risultati per il paziente. Per tale motivo è particolarmente importante eseguire un intervento chirurgico che sia adeguato e duraturo, realizzato da un chirurgo esperto in materia e con sufficiente esperienza per eseguire questo tipo di interventi. L’intervento chirurgico può essere a cielo aperto o mininvasivo mediante laparoscopia, e consiste nella reintroduzione nell’addome della parte fuoriuscita e nel rinforzo della parete che la contiene (con tessuti del paziente, maglie o protesi).

 Negli ultimi anni si sono fatti progressi molto importanti, con la maglia chirurgica che consente di trattare in modo più duraturo il problema delle eventrazioni. Molti specialisti ritengono che l’utilizzo di questa tecnica offra vantaggi eccezionali e migliori risultati.

Quale tipo di specialista le tratta?

La chirurgia generale e dell’apparato digerente è la specialità medica che si occupa delle varie operazioni chirurgiche all’apparato digerente. La specialità copre tutte le patologie del tratto gastrointestinale, del sistema epato-bilio-pancreatico e del sistema endocrino. Pertanto, lo specialista che tratta questa condizione è il chirurgo generale.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies