Immunologia riproduttiva

Che cos’è l’immunologia riproduttiva?

L'immunologia riproduttiva è la specialità di Ginecologia e Ostetricia che si occupa dello studio, della diagnosi e del trattamento dei disturbi del sistema immunitario, nonché delle ripercussioni che possono causare nella gravidanza o nel tentativo di concepimento. Il sistema immunitario è molto importante nella formazione della placenta e nella nidificazione dell'embrione. In particolare, è responsabile della regolazione e della tolleranza dei cambiamenti che si verificano dopo la fecondazione. Quindi, se avviene nei meccanismi immunologici che si verificano durante la gravidanza, possono verificarsi dei problemi:

  • Aborto precoce
  • Aborto tardivo o perdita del feto
  • Gravidanza patologica con rischio per il bambino o la madre

Il sistema immunitario sono le strutture e i processi biologici che proteggono il corpo dalle cellule estranee. Sono i linfociti e gli anticorpi che proteggono da batteri, parassiti o virus e persino cellule proprie alterate. Tuttavia, a volte reagisce in modo errato alle normali cellule proprie, causandone la distruzione e, quindi, le malattie autoimmuni. In caso di gravidanza, il sistema immunitario deve accettare le cellule che considererebbe "strane", poiché l'embrione avrà un sistema immunitario diverso da quello della madre. Vi è quindi un'inattivazione locale in cui la placenta dell'embrione invade i tessuti materni senza che il suo sistema immunitario causi il rigetto. Pertanto, l'impianto dell’embrione e lo sviluppo della gravidanza dipendono da un equilibrio di tolleranza tra il bambino e la madre che sono immunologicamente distinti. Quando ciò non riesce, può generare sterilità.

Perché si esegue?

Esistono numerosi fattori immunitari responsabili di una percentuale dei casi di sterilità o infertilità. Alcune malattie di origine immunologica sono rilevanti nell'insufficienza riproduttiva, ma anche durante la gravidanza.

Nel caso di coppie che non possono concepire naturalmente, uno studio, una valutazione e un trattamento sono rilevanti per analizzare se l'infertilità può essere di origine immunitaria. Si stima che il 10% dei fallimenti di impianto o casi di aborti ripetuti possa essere dovuto a qualche alterazione del sistema immunitario della madre.

Pertanto, l'immunologia riproduttiva si occupa dello studio della possibile influenza di malattie o fattori immunologici nel successo o nel fallimento della gravidanza, al fine di stabilire un trattamento efficace.

In cosa consiste?

Nelle coppie sterili, in primo luogo, si crea un profilo completo dei fattori immunologici correlati alla sterilità primaria, aborti ripetuti, fallimenti dell'impianto dopo fecondazione in vitro (IVF) e casi di preeclampsia. In questi casi, verrà eseguito un esame del sangue per valutare la capacità immunitaria dell'organismo di impiantare embrioni.

Inoltre, nelle donne in cui si sospetta una possibile causa immunologica, devono essere eseguiti altri studi e, dopo una corretta selezione, verrà applicato un trattamento immunomodulatore. Si tratta di trattamenti che devono essere premeditati e consigliati dallo specialista in Ginecologia e Ostetricia e dallo specialista in Immunologia. Qualsiasi farmaco può comportare rischi associati agli effetti collaterali. Tuttavia, nelle donne in gravidanza, i singoli fattori di rischio devono essere ben identificati e deve essere eseguito un buon controllo immunitario, per ridurre al minimo ed evitare tali effetti collaterali.

Preparazione per l’immunologia riproduttiva

A seconda dell'alterazione immunitaria subita, possono essere richiesti determinati test o esami che, a loro volta, richiedono una certa preparazione. Il medico sarà sempre colui che consiglia le procedure da seguire.

In ogni caso, la preparazione più importante prima di sottoporsi a un trattamento immunologico riproduttivo sono gli esami preliminari necessari. Questi serviranno per identificare la causa immunologica che provoca il problema e stabilire il trattamento più appropriato.

Recupero postintervento

Lo specialista si occupa di consigliare al paziente o alla coppia i passi da seguire dopo i trattamenti immunologici riproduttivi.

Trattamenti alternativi

Non esistono alternative al trattamento immunologico riproduttivo. Gli studi non sono gli stessi per tutte le donne e le coppie, ma l'immunologia riproduttiva stessa non ha varianti.

Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies