IV Therapy (Terapia endovenosa)

Indice:

  1. Che cos’è la IV Therapy?
  2. Perché viene inclusa nella Medicina Rigenerativa?
  3. In quali casi viene utilizzata?
  4. Quali tipi di IV Therapy esistono?
  5. Come funziona una sessione di trattamento di IV therapy?
  6. Quali benefici apporta la IV therapy?
  7. Esistono rischi o complicanze?

 

 

  1. Che cos’è la IV Therapy?

 

l’IV therapy (Intravenous therapy, IV drip o più semplicemente IV) è la denominazione internazionale che identifica un trattamento infusionale praticato per via endovenosa che apporta al paziente vitamine, minerali, oligoelementi ed aminoacidi con finalità ricostituente e rigenerante sull’organismo. Tale terapia nasce come trend salutistico in California circa una decina di anni fa per poi diffondersi in tutti gli Stati Uniti e da qualche anno anche in Europa.

  1. Perché viene inclusa nella Medicina Rigenerativa?

 

L’IV Therapy è basata sul ripristino, attraverso una terapia medica, del livello ottimale di nutrienti che supportano i naturali processi di autoguarigione dell’organismo. Il vantaggio rispetto all’assunzione dei classici integratori per bocca sta nel fatto che mentre in questi ultimi una buona parte del principio attivo viene ridotta come assorbimento dall’azione filtrante dell’intestino e del fegato, nell’IV Therapy, se ne utilizzano già in partenza dosaggi superiori rispetto a quelli presenti in compresse o capsule. In più lo stesso principio attivo introdotto per via endovenosa in un primo passaggio salta l’azione filtrante del fegato e raggiunge direttamente l’organo o tessuto bersaglio (muscolo, cervello, pelle, etc) determinando un suo assorbimento estremamente superiore. Questa differenza si rivela sostanziale anche nei benefici percepiti dal paziente già immediatamente dopo il trattamento e che perdurano giorni e settimane.

 

  1. In quali casi viene utilizzata?

 

Per trattare condizioni di malessere alquanto diffuse nella popolazione quali:

  • stress psico-fisico;
  • stanchezza cronica (anche entro la Sindrome Post Covid-19);
  • disturbi del sonno (inclusa la sindrome da jet-lag);
  • sovrappeso;
  • disordini nutrizionali;
  • abuso di farmaci o postumi da alcool.

Oltre a tali condizioni, l’IV therapy si presta per contribuire a rallentare i processi d’invecchiamento corporeo e cellulare (antiaging) contribuendo a prevenire le malattie correlate all’età, conferire maggiore energia fisica e lucidità mentale, migliorare le difese immunitarie ed aumentare indirettamente la produttività in ambito lavorativo.

 

  1. Quali tipi di IV Therapy esistono?

 

Tra i vari protocolli di base annoveriamo per esempio

  • il Myers Cocktail che prevede un’associazione di vitamine del gruppo B, vitamina C, magnesio e calcio valido per ripristinare questi nutrienti e per contrastare la stanchezza fisica e mentale;
  • il MIC costituito dalla miscelazione di Metionina, Colina ed Inositolo riconosciuto come valido nel contrastare la steatosi epatica (fegato grasso) e come supporto alle diete dimagranti;
  • Therapy a base di Glutatione che apporta il più potente antiossidante del nostro corpo unitamente alla sua azione detossinante ed energizzante.

 

  1. Come funziona una sessione di trattamento di IV therapy?

 

Il medico, previo consulto con il paziente, identifica i suoi sintomi o esigenze terapeutiche nonché eventuali controindicazioni al trattamento. A seguito della sottoscrizione di un consenso informato da parte del paziente stesso, il medico predispone un’associazione di vitamine, minerali ed eventualmente aminoacidi sotto forma di preparazioni medicali in fiale da introdurre in una o più flebo di soluzione salina sterile collegata ad un deflussore. A seguire, lo stesso invita il paziente a sdraiarsi sul lettino ed il medico provvede a predisporre un accesso alla vena del braccio tramite farfallina (butterfly) o agocannula a cui collega la flebo. La terapia viene normalmente effettuata con infusione “a goccia lenta” per una durata che varia dai trenta minuti fino ad un’ora.

Terminato il trattamento il paziente si può alzare dal lettino e ritornare alle sue normali attività.

 

  1. Quali benefici apporta la IV therapy?

 

I benefici emergono già a poche ore dal trattamento e tra i più importanti annoveriamo: miglioramento della reidratazione corporea e della tonicità della pelle, riduzione della percezione di stanchezza psico-fisica, aumento della concentrazione mentale e della qualità del sonno, miglioramento del tono dell’umore.

 

  1. Esistono rischi o complicanze?

 

La terapia si consiglia effettuarla previo consulto con un medico avente esperienza specifica in tale disciplina che valuta eventuali controindicazioni degne di rilievo quali per esempio: storia di gravi e pregresse risposte allergiche, grave insufficienza renale, stato di gravidanza accertata o dubbia, pratica di attività sportiva agonistica. Tra le possibili complicanze troviamo flebite o ematoma nella sede di iniezione.

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle la pubblicità relativa alle sue preferenze, nonché analizzare le sue abitudini di navigazione. L'utente ha la possibilità di configurare le proprie preferenze QUI.