Cosa posso fare per evitare lo stress?

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

Lo stress è uno stato di tensione del corpo causato da un forte carico emotivo e/o fisico. Di solito, si crede che una persona sia stressata quando ha un carico di lavoro pesante, un'agenda piena di impegni e poco tempo libero. Questo, però non è del tutto vero: Questo, però non è del tutto vero: gli esperti in Psicologia ci spiegano che le situazioni causa di stress sono molte altre.

 

 

A cosa è dovuto lo stress?

 

Una persona è sottoposta per tutta la durata della sua vita a continue pressioni: regole comportamentali a cui attenersi, aspettative di altri o che noi stessi abbiamo creato, relazioni sociali, aspetto fisico, rendimento scolastico e professionale, condizione economica, etc.

Anche molte altre situazioni provocano stress: sovraccarico fisico e/o emotivo, mancanza di stimoli, disoccupazione, difficoltà economiche, problemi con il partner, rapporti complicati con i figli, solitudine, etc.

 

Lo stress è sempre negativo?

 

Lo stress non è necessariamente negativo: è un sistema di attivazione che ci permette di reagire in situazioni difficili.

 

La pressione può essere uno stimolante e può aiutarci a migliorare il nostro rendimento. Anche la competitività, quando moderata, fa sì che alcune attività risultino divertenti.

 

Quando lo stress diventa un problema?

 

Lo stress diventa un problema quando si iniziano a soffrire sintomi fisici (insonnia, aumento o diminuzione dell'appetito, malattie come l'ipertensione, problemi di cuore, malattie immunitarie, sfoghi cutanei, etc.) e psicologici (manifestazioni di ansia, irritabilità, tristezza, depressione, ostilità, irritabilità, abuso di alcol e altre dipendenze, fumo, etc).

 

Questi problemi si verificano quando i livelli di stress sono eccessivi, e addirittura si inizia a sentirsi sotto pressione anche in situazioni tranquille e innocue.

 

 

La sindrome da stress: come curarla?

 

La sindrome da stress è dovuta alla combinazione di tre elementi: ambiente (la situazione in cui ci si trova), pensieri negativi e risposte fisiche. L'intervento terapeutico è destinato ad agire su questi componenti e si compone di varie strategie, tra cui l’approccio medico e farmacologico nei casi più estremi (antidepressivi e ansiolitici).

 

Anche se i farmaci sono in grado di fornire un importante supporto in un primo momento, successivamente è necessario acquisire strategie di coping (strategie mentali e comportamentali per adattarsi ad una situazione stressante) e di problem solving (soluzione dei problemi), per riuscire ad affrontare anche le situazioni più pressanti.

 

È di fondamentale importanza prendere in esame anche i pensieri e i comportamenti che sono all’origine del problema. Inoltre, bisogna studiare e cambiare quelle abitudini che ci rendono nervosi e ci impediscono di vivere una vita tranquilla. In questo senso possono essere molto utile le terapie cognitivo-comportamentali.

 

In collaborazione con il Dott. Maria Empar Pérez Pérez

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Psicologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies