Nervo mediano

Creato: 2024-04-13

Che cos’è il nervo mediano?

Il nervo mediano è uno tra i nervi periferici più importanti degli arti superiori. Si estende dalla spalla, al braccio fino alla mano ed è l’unico nervo che attraversa il tunnel carpale.

Funzioni del nervo mediano

Il nervo mediano controlla la funzione e la sensibilità della maggior parte delle dita della mano, così come anche di parte del palmo. Il mignolo è l’unico dito non controllato dal nervo mediano, insieme a parte dell’anulare, che sono invece controllati dal nervo ulnare. Anche il nervo radiale è responsabile di una parte della sensibilità della mano.

Principalmente le funzioni del nervo mediano si possono suddividere in due macro gruppi: motorie e sensitive. 

  • Funzioni motorie: il nervo mediano innerva i muscoli di mano e avambraccio favorendone il movimento;
  • Funzioni sensitive: per svolgere questa funzione si avvale delle fibre della branca palmare digitale e il nervo palmare cutaneo.

Patologie che possono colpire il nervo mediano

I due punti in cui il nervo mediano si danneggia o si comprime con più frequenza sono il gomito e il polso. Alcuni infortuni al gomito, come una frattura o una lussazione, possono interessare il nervo mediano. La sindrome del pronatore rotondo si verifica quando il nervo mediano risulta compresso all’altezza del gomito. Spesso la sindrome è causata da azioni che comportano il ruotare, afferrare e piegare la mano e il polso ripetutamente, spesso nel contesto di lavori manuali pesanti, sollevamento pesi o sport con racchette. La sindrome del pronatore rotondo può anche essere causata da anomalie del corpo, tumore o tessuto cicatriziale. All’altezza del polso la compressione è nota con il nome di sindrome del tunnel carpale. Si tratta di una condizione comune, che tende a colpire più le donne degli uomini, la cui causa esatta non è nota.

I sintomi possono variare a seconda della lesione. La compressione del nervo può causare dolore, soprattutto di notte, formicolio alle dita, intorpidimento e debolezza della mano. Anche le fratture, i traumi o le lussazioni che hanno causato un danno al nervo possono provocare intorpidimento o debolezza. Potrebbe risultare difficile girare la mano, afferrare cose o muovere il pollice sul palmo della mano; potrebbe esservi perdita muscolare se il nervo è stato danneggiato in modo grave.

Trattamenti per le patologie del nervo mediano

Quando il nervo mediano risulta essere danneggiato a causa di una lesione acuta all’altezza del gomito o del polso (come una frattura o una lussazione), la prima linea di trattamento consiste nel trattare la lesione iniziale. La lesione dei tessuti molli può essere trattata per mezzo di compressione, applicazione di ghiaccio e mantenendo il braccio sollevato. Una frattura ossea con poca probabilità di guarire in modo corretto o che sta esercitando pressione sul nervo può richiedere un intervento chirurgico. La sindrome del tunnel carpale può essere trattata facilmente con un intervento al tunnel carpale. Si tratta di una procedura rapida che crea spazio nel tunnel carpale per il nervo mediano e che fornisce un immediato sollievo dai sintomi. La maggior parte dei trattamenti mira a prevenire ulteriori danni. I danni esistenti ai nervi possono essere permanenti e non è sempre possibile recuperare la funzione o la forza perdute.

Specialista che tratta le patologie del nervo mediano

In caso di lesioni o patologie del nervo mediano importante consultare un Chirurgo Ortopedico al più presto possibile, per evitare ulteriori danni e complicanze.