Come combattere il dolore cronico?

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 07/11/2018
Editor: Top Doctors®

Gli specialisti in Reumatologia si dedicano al trattamento delle malattie delle ossa, in particolar modo dell’osteoporosi, delle articolazioni e delle artriti (quando non vi è un precedente traumatico). Ma si occupano anche di malattie che causano dolore cronico, come la fibromialgia o la fatica cronica.

 

Cosa sono la fibromialgia e la fatica cronica?

 

Molti sono i pazienti che presentano un dolore non oncologico, e non sempre il mal di schiena è dovuto ad un’ernia discale o all’artrosi.

 

La fibromialgia è una sindrome caratterizzata da dolore e rigidità muscolare, soprattutto nella zona della schiena e del collo. Ovviamente, la patologia ha effetti anche sulla salute psicologica del malato, che si sente stanco e depresso.

 

La sindrome da fatica cronica è caratterizzata, molto similarmente, a stanchezza (astenia) e affaticamento cronici. Il paziente non riesce a concentrarsi, ha disturbi della memoria, sbalzi d’umore e anche sintomi fisici, come dolori muscolari e mal di testa.

 

A cosa sono dovute?

 

Non si sanno ancora le cause esatte, ma la fibromialgia e la fatica cronica hanno una stretta correlazione con lo stress e con l’attività lavorativa svolta dal paziente. I pazienti che sviluppano queste patologie, infatti, hanno avuto a che fare con situazioni stressanti o/e emotivamente dolorose.

 

 

Quali sono i trattamenti?

 

Il trattamento dev’essere multidisciplinare:

  • Per quanto riguarda la dieta, il paziente deve evitare alimenti e bevande che possono stressare l’organismo (ad esempio caffè, alcol, zuccheri, etc.) e mangiare leggero, per evitare la sensazione di pesantezza.
  •  Il paziente con dolore cronico evita lo sforzo fisico e finisce per indebolire i muscoli. È necessaria una terapia basata sull’esercizio graduale, la cui durata e intensità aumentano gradualmente.
  • Tecniche di rilassamento e di ipnosi possono essere utili al paziente per imparare a controllare i sintomi della malattia, senza che questa influisca troppo sulla qualità della vita. Anche la musica può aiutare a modificare lo stato d’animo dei pazienti.
  • I farmaci sono indispensabili: gli antidolorifici per i dolori muscolari e articolari; gli antidepressivi per combattere le conseguenze psicologiche della malattia (depressione ed isolamento sociale). Ovviamente entrambi vanno assunti solo previa prescrizione medica.

 

Purtroppo, non essendo ancora chiare le cause, non esiste una cura definitiva contro la fibromialgia e la stanchezza cronica.

 

Con la collaborazione del Dott. Fernando Martínez Pintor

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Reumatologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies