Progressi della chirurgia endoscopica, una tecnica mini invasiva

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 07/11/2018
Editor: Top Doctors®

La chirurgia endoscopica è una tecnica chirurgica mediante la quale si introduce un dispositivo ottico per la visione degli strumenti chirurgici attraverso piccole incisioni al fine di arrivare al punto della lesione, effettuare una diagnosi e seguire un trattamento specifico. L’esperto in Ortopedia e Traumatologia ci spiega come tale tecnica al giorno d’oggi sia fondamentale per trattare alcuni traumi articolari 

Quali sono i vantaggi della chirurgia endoscopica rispetto alla chirurgia tradizionale?

La chirurgia endoscopica offre una serie di vantaggi rispetto alla chirurgia convenzionale. Nonostante la chirurgia aperta o convenzionale sia il principale strumento a disposizione, vi sono casi clinici per i quali è maggiormente indicata la chirurgica endoscopica. I benefici che ne derivano sono indiscutibili. Le incisioni che vengono effettuate sono di dimensioni ridotte e le complicazioni associate a questo tipo di operazione sono pressoché nulle, l’aggressione dei tessuti è minima, il tempo di recupero è sensibilmente ridotto e i dolori post-operatori risultano minimi.

 

In quali casi è possibile sfruttare la tecnica endoscopica?

Gradualmente, la chirurgia endoscopica si sta diffondendo sempre di più all’interno delle specializzazioni di medicina. Molte lesioni ortopediche possono essere trattate mediante chirurgia endoscopica. Per esempio, vi è l’ernia al disco: questa può essere risolta attraverso l’asportazione dell’ernia senza apportare danni ai tessuti limitrofi. Inoltre, anche le lesioni alla caviglia e le conseguenze di una distorsione possono essere risolte mediante tecniche endoscopiche.

 

Cosa bisogna fare dopo il trattamento chirurgico? 

La chirurgia endoscopica post-operatoria è meno invasiva e più semplice rispetto alla chirurgia tradizionale o aperta. I vantaggi riguardano i tempi di recupero (molto più corti), le complicazioni e i danni legati alle lesioni della cicatrice associata, che di fatto sono sensibilmente ridotti. Infine, grazie alla chirurgia endoscopica vengono accorciati i tempi di recupero poiché è possibile tornare alle attività normali o sportive in breve tempo.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Ortopedia e Traumatologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies