Audiometria

Specializzazione di Otorinolaringoiatria

Che cos'è l'audiometria?

L'audiometria è un test che consente di valutare la capacità del sistema uditivo dell'orecchio, con l'obiettivo di determinare se una persona sente bene. L'orecchio umano può percepire i suoni con frequenze che vanno da 20 a 20.000 Hz.

In che consiste?

Il test è diviso in audiometria tonale e verbale. L'audiometria tonale valuta la via aerea e la via ossea, e in entrambi i casi implica l'esplorazione delle due orecchie separatamente, con il paziente posto all'interno di una cabina insonorizzata ed ermeticamente chiusa. Nell'audiometria aerea, l'individuo indossa degli auricolari e lo specialista riproduce una serie di suoni da maggiore a minore volume fino a quando non sono più percepibili. L'ultimo suono percepito determina la soglia uditiva, cioè fino a quale intensità il paziente può ascoltare ad una certa frequenza. Nell'ispezione della via ossea viene applicato un vibratore dietro l'orecchio del paziente, nel mastoide, dove riceve il suono. L'audiometria verbale viene eseguita anche con il paziente in una cabina e con auricolari, ma invece del suono vengono emesse delle parole ad un volume differente, che devono essere ripetute in maniera esatta.

Perché viene eseguita?

L'audiometria può rilevare la perdita dell'udito in età precoce. Viene eseguita quando il paziente presenta problemi di udito.

Preparazione per l'audiometria

Non è necessaria alcuna preparazione particolare per eseguire il test.

Come ci si sente durante il test?

Durante la prova il paziente non sente alcun fastidio. La durata dell'esame varia a seconda che sia una valutazione iniziale, che può durare tra 5 e 10 minuti, o una valutazione dettagliata che può durare fino a quasi un'ora.

Rischi dell'audiometria

Questo esame non comporta alcun rischio per il paziente.

Significato dei risultati anomali

Il test dura circa venti minuti e i risultati vengono mostrati in un grafico (audiogramma). Il confronto dei dati ottenuti negli esami aerei e ossei consente di sapere quale parte dell'apparato uditivo mostra il deficit (ipoacusia) e qual è il grado della perdita.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies