Immunologia riproduttiva

Che cos’è l’immunologia riproduttiva?

L'immunologia riproduttiva è la specialità di Ginecologia e Ostetricia che si occupa dello studio, della diagnosi e del trattamento dei disturbi del sistema immunitario, nonché delle ripercussioni che possono causare nel corso della gravidanza e/o nel percorso di concepimento. Il sistema immunitario materno gioca un ruolo importante nell'annidamento dell'embrione e nella formazione della placenta. In particolare, è responsabile dei delicati meccanismi di tolleranza nei confronti dei tessuti dell’embrione che presentano caratteristiche in parte differenti (in quanto ereditati dal padre) da quelli materni.

Di questi meccanismi si hanno ancora conoscenze molto incomplete, quando tuttavia vi sono alterazioni del sistema immunitario più frequentemente possono verificarsi:

  • Aborto precoce
  • Aborto tardivo o morte endouterina del feto
  • Gravidanza patologica con rischio per il bambino o la madre

Il sistema immunitario è costituito da quell’insieme di cellule deputate a proteggere il corpo da agenti estranei: linfociti, immunocellule che producono gli anticorpi per difenderci dall’assalto di virus parassiti e batteri, e persino da cellule alterate del corpo stesso.

Il sistema immunitario tuttavia, a volte reagisce in modo errato alle normali cellule proprie, causandone la distruzione: rivolge quindi le sue armi proprio contro i suoi stessi tessuti. In questo caso si parla di malattie autoimmuni: proprio in caso di donne con questo tipo di patologie (per esempio il lupus eritematoso sistemico, ma anche altre condizioni meno note) il rischio di gravidanza patologica risulta molto elevato.

Nello stato di gravidanza si osserva un fenomeno molto particolare: uno stato di inattivazione locale in cui la placenta del concepito invade i tessuti materni senza che il sistema immunitario della madre ne causi il rigetto. Pertanto, l'impianto dell’embrione e lo sviluppo della gravidanza dipendono da un preciso e delicato equilibrio di tolleranza tra il bambino e la madre che sono immunologicamente distinti. Quando ciò non avviene in maniera efficace si possono avere, come già detto, varie condizioni di patologia della gravidanza e condizioni di infertilità.

donna incinta

Perché si esegue?

Esistono vari fattori immunitari responsabili di una percentuale dei casi di infertilità. Alcune malattie di origine immunologica sono rilevanti nell'insufficienza riproduttiva, ma anche durante la gravidanza.

Nel caso di coppie che non possono concepire naturalmente, lo studio, la valutazione e la possibilità di un trattamento sono rilevanti nell'analizzare la condizione di infertilità. Si stima che il 10% dei fallimenti di impianto o dei casi di aborti ripetuti possa essere dovuto a qualche alterazione del sistema immunitario della madre.

Pertanto, l'immunologia riproduttiva si occupa dello studio della possibile influenza di malattie o fattori immunologici nel successo o nel fallimento della gravidanza, al fine di stabilire un trattamento efficace.

In cosa consiste?

Nelle coppie sterili, in primo luogo, si crea un profilo completo dei fattori immunologici correlati alla sterilità primaria, aborti ripetuti, fallimenti dell'impianto dopo fecondazione in vitro (IVF) e casi di preeclampsia. In questi casi, potrà essere indicato eseguire esami del sangue per valutare eventuali condizioni di patologia nella capacità di accogliere l’embrione che si sta annidando.

Nelle donne in gravidanza, i singoli fattori di rischio devono essere ben identificati con specifici esami e sulla base di specifiche competenze, in molti casi in stretto contatto con gli specialisti immunologi al fine di definire al meglio il più adeguato percorso di cure per ogni singola paziente. 

Preparazione per l’immunologia riproduttiva

A seconda dell'alterazione immunitaria subita, possono essere richiesti determinati test o esami che, a loro volta, richiedono una certa preparazione. Il medico sarà sempre colui che consiglia le procedure da seguire.

In ogni caso, la preparazione più importante prima di sottoporsi a un trattamento immunologico riproduttivo sono gli esami preliminari necessari. Questi serviranno per identificare la causa immunologica che provoca il problema e stabilire il trattamento più appropriato.

Trattamenti alternativi

Non esistono alternative al trattamento immunologico riproduttivo. Gli studi non sono gli stessi per tutte le donne e le coppie, ma l'immunologia riproduttiva stessa non ha varianti.