OSAS - Sindrome delle apnee ostruttive nel sonno

Cos’è la sindrome delle apnee ostruttive nel sonno?

La sindrome delle apnee ostruttive nel sonno, per cui si usa l’acronimo internazionale OSAS= Obstructive Sleep Apnea Syndrome, secondo la definizione data dalla OMS, è un disordine clinico caratterizzato da frequenti pause respiratorie durante il sonno, accompagnate da russamento ad alto volume.

Nel dizionario medico italiano è conosciuta anche come “roncopatia” (dal greco rhòncos= rumore di chi russa e pàtheia= soffrire, malattia). Si è scelto di utilizzare il termine “sindrome” perché in realtà non è un'unica malattia ma un insieme di sintomi che possono derivare da più patologie che si potenziano tra loro fino a portare a una pericolosa situazione per la salute che interessa tutti i distretti corporei.

La sindrome, nelle sue fasi iniziali, si evidenzia con il russamento ad alto volume per poi peggiorare nel tempo con le apnee. Il motivo anatomico è la difficoltà dell’aria a passare nelle vie aeree, in quanto ci sono restringimenti causati da vari fattori. Quando i restringimenti non sono eccessivi si ha solo il russamento, ma via via che diventano più importanti il passaggio dell’aria diviene più difficoltoso, fino ad arrivare a blocchi completi con conseguenti apnee e abbassamento pericoloso dell’ossigeno.

Quali sono le cause della sindrome delle apnee ostruttive nel sonno?

  1. Anatomiche: sovrappeso, posizione arretrata della mandibola, arcate dentarie strette, basso tono della muscolatura, diabete, respirazione nasale difficoltosa, presenza di tonsille molto grandi.
  2. Stile di vita: fumo, alcool nelle sue varie gradazioni, mangiare troppo la sera, assunzione di sonniferi, dormire in posizione supina. 

A quale specialista rivolgersi?

A un medico esperto in Medicina del Sonno. Si può definire Esperto in Medicina del Sonno o in Disturbi del Sonno solo chi si è diplomato in uno dei vari Master Universitari o ha superato l’esame AIMS (Associazione Italiana Di Medicina Del Sonno).

Si può prevenire l’OSAS?

Certamente. Dobbiamo focalizzare l’attenzione su quanto descritto nelle cause dell’OSAS.

Bisogna evitare, innanzitutto, tutto ciò che è stato descritto nello stile di vita, tra cui anche l’aumento del peso, che è un problema anatomico ma dipende dalle nostre scelte.

Quando ci viene detto che abbiamo un russamento fastidioso dobbiamo essere grati a chi ci informa di questo problema perché ci permette di chiedere una visita a un Medico Esperto in Medicina del Sonno che possa valutare la presenza di problemi anatomici e adottare le terapie previste dal Ministero della Salute.

Farmaci per la sindrome delle apnee ostruttive nel sonno

Allo stato attuale non ci sono farmaci che possano curare l’OSAS (le terapie sono state già descritte). Si possono invece utilizzare farmaci per curare il lungo elenco delle malattie associate: cardiovascolari, metabolici, ormonali, immunitari, ecc.

Prognosi della malattia

Se non curata può portare a morte. Le cause del decesso più frequenti sono l’infarto e l’ictus.

Se il paziente si fa curare all’inizio dei primi sintomi può evitare tutti i problemi di salute oppure può ridurli in modo tanto più importante quanto meno ritardi il trattamento.