Trapianto di rene

Che cosa è il trapianto di rene?

Il trapianto del rene è un intervento chirurgico che prevede l'inserimento di un rene sano in una persona con insufficienza renale. Per realizzarlo occorre un rene donato da un individuo sano, che può essere un donatore vivente, imparentato o meno con il paziente,
o una persona deceduta.

Perché viene eseguito?

Questo trattamento è indicato per i pazienti con una malattia renale allo stadio terminale. Un trapianto di rene non deve essere eseguito se il paziente presenta infezioni, malattie epatiche, malattie cardiache o malattie pericolose per la vita, né se ha una storia recente di cancro, o se abusa di tabacco, alcool o altri farmaci.

In che consiste?

Durante l'intervento, il chirurgo collega l'arteria e le venature renali dall'addome inferiore al nuovo rene. Il rene trapiantato inizia a produrre urine non appena il sangue comincia a fluire e avrà la stessa funzione del rene carente, per cui si può sospendere il trattamento di dialisi.

Preparazione per il trapianto di rene

Una volta che il medico ha indirizzato il paziente verso un centro di trapianto, un team di specialisti valuterà ed esaminerà il caso per verificare che il paziente sia idoneo a un trapianto di rene. Il soggetto viene sottoposto a vari test ed esami quali: istotipo e determinazione del gruppo sanguigno, test cardiaci e prove per valutare che non vi siano
infezioni. Una volta confermato che il paziente soddisfa tutti i requisiti, verrà messo in lista di attesa. La maggior parte delle persone che aspettano un trapianto di rene nel frattempo possono proseguire con un trattamento di dialisi. Mentre il paziente è in lista di attesa, è importante non fumare né consumare alcool. Inoltre, deve essere mantenuto il peso consigliato dallo specialista, e quindi occorre seguire la dieta indicata. È anche importante prendere il farmaco prescritto dal medico.

Cura dopo l'intervento

L'operazione è tecnicamente semplice e in seguito il paziente può condurre una vita normale. Sarà tuttavia necessario prendere delle medicine per il resto della vita per impedire che il corpo rigetti il nuovo rene. Il paziente dovrà rimanere in ospedale per un periodo compreso tra i tre e i sette giorni. Nei due mesi successivi dovrà sottoporsi a regolari controlli e analisi del sangue.

Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..