Calcolosi della colecisti e della via biliare

Autore: Dott. Carlo Bergamini
Pubblicato: | Aggiornato: 09/05/2019
Editor: Antonietta Rizzotti

La calcolosi della colecisti e della via biliare rappresenta una patologia comune causata da importanti fattori come la perdita di peso. Il Dott. Carlo Bergamini, esperto in Chirurgia Generale a Firenze, spiega quali sono le conseguenze della migrazione dei calcoli biliari

Che cos’è la colecisti e cosa sono i calcoli biliari?

La colecisti, conosciuta anche con il nome di cistifellea è un organo situato nella parte inferiore del fegato la cui funzione principale è quella di immagazzinare la bile. Attraverso un canale chiamato dotto cistico che giunge alla via biliare, la colecisti riesce a trasportare la bile dal fegato all’intestino tenue, esattamente nel duodeno con l’obiettivo di aiutare la digestione.

Quando la composizione e la concentrazione della bile stessa subiscono delle variazioni possono favorire la comparsa dei calcoli biliari. Tra le cause riscontrare ritroviamo:

  • Fattori dietetici
  • Cause farmacologiche
  • Perdita di peso
  • Aumento di peso
  • Fattori ormonali

Quando la colecisti si contrae potrebbe provocare lo spostamento o il dislocamento dei calcoli causando un blocco del deflusso a livello della stessa colecisti o del dotto biliare.

Quali sono le conseguenze della migrazione dei calcoli biliari?

Le principali conseguenze che possono derivare dallo spostamento dei calcoli sono rappresentate dalle seguenti condizioni patologiche:

  • Coliche biliari
  • Infiammazione della colecisti 
  • Ittero (cute e sclere gialle)
  • Pancreatite (infiammazione della ghiandola pancreatica)

La sintomatologia dipende dal tipo di patologia ma è spesso accompagnata da:

  • Dolore addominale acuto e costante
  • Febbre
  • Nausea
  • Vomito
  • Ittero

Come viene diagnosticata una calcolosi della colecisti?

La fase di diagnosi implica l’esecuzione di un’ecografia, ma potrebbero essere necessarie una Tac o una Colangio Risonanza Magnetica Nucleare. Sarà inoltre necessario eseguire alcuni esami di laboratorio al fine di individuare la presenza di infezioni e verificare la corretta funzionalità del fegato e del pancreas. Quando un calcolo biliare causa problemi è necessario trattarlo rimuovendo la cistifellea chirurgicamente, conosciuta con il nome di colecistectomia. Quest’ultima, nella maggior parte dei casi, viene effettuata attraverso la tecnica laparoscopica, ormai divenuta la scelta principale.

Dott. Carlo Bergamini
Chirurgia generale

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies