Chirurgia ortognatica: come si svolge l'operazione?

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 02/10/2017
Editor: Top Doctors®

Chirurgia ortognatica è un ramo della specialità di chirurgia maxillo-facciale combinato con ortodonzia per correggere gravi malformazioni facciali e mascella.

Normalmente deformità facciali verificarsi quando uno o più ossa che compongono il viso hanno una crescita abnorme, sia per eccesso o difetto, che porta a possibili asimmetria facciale e dentale malocclusioni che influenzano la funzione masticare e può anche causare dolori muscolari e congiunta.

Chirurgia ortognatica è indicato per pazienti adulti che hanno completato la crescita completamente, con gravi problemi scheletrici che impediscono funzione masticazione corretta o che sono preoccupati per il loro aspetto estetico del viso. E il trattamento deve essere eseguito da un ortodontista qualificato che ha esperienza ed è specializzata nel trattamento di questo tipo di malocclusione dentale.

Il trattamento inizia con una prima visita che mira a fare un esame clinico, le cartelle cliniche (radiografie, fotografie, misurazioni facciali e modelli) che utilizzano programmi informatici consentono l'ortodontista di studiare a fondo i problemi del paziente e sono anche presi direzioni una diagnosi. Da lì è previsto, insieme con il chirurgo, la necessità di un trattamento di correzione dentale, scheletrica e facciale.

Successivamente proposta paziente descrive estetica trattamento e obiettivi funzionali, il tipo e la sequenza di dispositivi da utilizzare, movimenti chirurgiche da eseguire al momento dell'intervento ... e, naturalmente, dubbi sono risolti sembra che avere il paziente per quanto riguarda il trattamento di chirurgia pre e post.

Durante ortodontici preparazione denti ortodontista collocati in una posizione predeterminata durante l'intervento chirurgico per trattare l'osso fino ai denti stretti correttamente, in modo da ottenere una buona funzione di masticazione e correggere l'estetica del viso e dei denti che forniscono un bel sorriso strutture sono mobilitati .

I progressi nella apparecchi ortodontici oggi disponibili permettono trattamenti di ortodonzia invisibile con bretelle linguale, anche nei pazienti che necessitano di chirurgia ortognatica.

Dopo un breve periodo postoperatorio (solitamente 24 ore), il paziente ritorna a casa e comincia protocollo alimentazione, igiene e farmaco prescritto dal chirurgo. In pochi giorni (di solito tra i 10 ei 15 giorni) il paziente riprende la sua routine. Nessuno soffre di dolore, i pazienti hanno solo un po 'di disagio da infiammazione dei tessuti trattati con antinfiammatori.

Lo stesso giorno in cui il paziente viene dimesso e torna a casa da visitare con l'ortodontista di avviare opportuni adeguamenti con dettagli elastici e poi di finitura. Normalmente i dispositivi sono generalmente rimossi a 6 mesi dopo l'intervento eseguito. Una volta che i dispositivi sono rimossi e ritenzione permanente mantenere e stabilizzare la sua nuova posizione.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Odontoiatria


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies